×

Coronavirus, caso sospetto su treno Roma-Milano: ma era falso allarme

Condividi su Facebook

Un treno Frecciarossa è stato fermato a Bologna per un sospetto caso di coronavirus a bordo, che tuttavia si è poi rivelato un falso allarme.

coronavirus-treno

Intorno alle 19:30 del 21 febbraio un treno Frecciarossa partito da Roma Termini e diretto a Milano Centrale è stato fermato a Bologna a causa di un caso sospetto di coronavirus riscontrato a bordo, che successivamente si è rivelato un falso allarme. Il passeggero in questione sarebbe stato a contatto con il 38enne di Codogno attualmente ricoverato in gravi condizioni e noto per essere il cosiddetto paziente uno. L’intero convoglio è rimasto bloccato nel capoluogo emiliano e ai passeggeri è stato impedito di scendere.

Sospetto coronavirus su treno Roma-Milano

Partito da Roma alle ore 16:40 il treno ha sostato nella stazione di San Ruffilo per far scendere il sospetto contagiato. Una volta li, i passeggeri sono stati sottoposti all’esame del tampone faringeo e sono stati costretti a fornire le loro generalità al capotreno. Essi verranno infatti contattati uno per uno dalle autorità sanitaria una volta accertati i risultati delle analisi.

Dopo aver riscontrato il falso allarme tuttavia, il passeggero è stato fatto risalire sul treno.

L’uomo sospettato di aver contratto il coronavirus si trovava nella carrozza 11 quando ha iniziato a sentirsi male mentre il treno viaggiava nel tratto da Firenze a Bologna. Egli è una delle persone venute in contatto con il paziente uno di Codogno negli scorsi giorni, avendo per la precisione condiviso lo spogliatoio con lui dopo aver svolto una gara podistica.

Trenord chiude tre stazioni

In serata inoltre, l’azienda di trasporto ferroviario lombarda Trenord ha disposto la chiusura di tre stazioni sulla linea Piacenza-Milano, in corrispondenza dei luoghi maggiormente colpiti dal focolaio di coronavirus divampato nel lodigiano. Le stazioni in questione sono quelle di Codogno, Casalpusterlengo e di Maleo, mentre sono stati contestualmente sospesi i servizi ferroviari tra Pavia e Codogno e tra Cremona e Codogno.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche