×

Coronavirus, 27enne scappa da Codogno per tornare in Irpinia

Condividi su Facebook

Un 27enne residente a Codogno ha deciso di non rispettare la quarantena disposta dal sindaco di Lodi, tornando ad Avellino dalla sua famiglia.

coronavirus
coronavirus

Un 27enne residente a Codogno ha deciso di non rispettare la quarantena disposta dal sindaco di Lodi per il coronavirus, tornando ad Avellino dalla sua famiglia. Scatta la quarantena per loro, ma è da verificare se il ragazzo ha usato mezzi pubblici o propri.

Coronavirus, 27enne in fuga da Codogno

Tutto il lodigiano è stato messo in quarantena dopo che a Codogno è stato registrato il primo caso di contagio da coronavirus in Italia. Anche il paese quindi in queste ore è sotto costante monitoraggio da parte dei medici, ma qualcuno non ha voluto saperne di prendere precauzioni.

Un 27enne ha deciso di ignorare le disposizioni di quarantena messe in atto dal sindaco di Lodi, ed è tornato in Irpinia, dove ad Avellino vivono i suoi genitori. Ora è scattata la quarantena anche per loro, e ora a Montefusco (il paese in questione) è scoppiato il panico.

Rischio contagio

Il sindaco del paese irpino ha disposto la quarantena per la famiglia, e ha ordinato che nessuno si avvicini alla zona potenzialmenente contagiosa fino a quando i test medici non daranno esiti negativi.

Massimo riserbo sull’identita del ragazzo e dei suoi famigliari, ma per il momento in accordo con la Prefettura di Avellino e l’ASL, si è preferito isolare l’abitazione da ogni possibile contatto con l’esterno per circa due settimane.

Intanto però sorge qualche dubbio e preoccupazione sulle modalità di viaggio effettuate dal ragazzo lodigiano. Ancora non si sa se abbia percorso quasi tutta l’Italia con mezzi propri oppure a bordo di mezzi pubblici. In questo caso, sarebbe complicato ordinare uan profilassi per tutte le persone con cui il 27enne lodigiano sarebbe venuto a contatto durante il suo lungo viaggio.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche