×

Coronavirus, a Taranto i migranti realizzano visiere per l’ospedale

Condividi su Facebook

I migranti a Taranto hanno preparato e donato visiere protettive al Moscati per dire grazie a medici e infermieri impegnati contro il coronavirus.

coronavirus taranto visiere

I migranti di uno Sprar di Taranto hanno preparato e donato visiere protettive all’ospedale per aiutare i medici a difendersi dal coronavirus. A darne notizia è stato l’assessore ai Servizi sociali del Comune pugliese Gabriella Ficocelli. “In questi giorni di grande sofferenza nazionale – ha detto Ficocelli – siamo tutti chiamati a stare a casa o ad impegnarci per arginare le tragiche risultanze causate dalla diffusione del coronavirus”.

Coronavirus, realizzate a Taranto 120 visiere

L’iniziativa è stata portata avanti sotto la supervisione degli stessi Servizi sociali. Le visiere produttive sono state realizzate dalla cooperativa sociale Giovanni Paolo II e dalle famiglie beneficiarie inserite nel progetto Home Sprar Siproimi. In totale 120 dispositivi sono state destinate agli operatori sanitari impegnati in prima linea nella lotta al coronavirus presso l’ospedale di Taranto.

“Grazie a medici ed infermieri”

“Le famiglie di profughi e rifugiati, presenti sul nostro territorio all’interno del progetto Sprar – ha spiegato l’assessore – hanno inteso così ringraziare medici ed infermieri per lo sforzo profuso a favore dell’intera comunità. Le 120 visiere sono state consegnate nei giorni scorsi a Giancarlo D’Alagni, primario del reparto di Pneumologia del Moscati di Taranto direttamente da Marcello Caracciolo, direttore di progetto dello Sprar”.

Il precedente dello snorkeling

Si tratta di un altro esempio di quanto sta accadendo in Puglia per fronteggiare l’emergenza. Maschere da snorkeling erano già state riconvertite in dispositivi destinati al Moscati e ad altri centri per la cura della Covid-19. In questo caso il progetto era stato portato avanti da Comune di Taranto, Befreest, Fablab Taranto, Ias Energy e Politecnico di Bari.

La situazione in Puglia

Bisogna ricordare che il totale dei cittadini risultati positivi al coronavirus è di oltre 2400. 134 pazienti sono guariti, mentre da inizio emergenza sono stati effettuati oltre 22mila tamponi.

Giornalista, copywriter, social media manager, esperto di comunicazione. Ho lavorato per Il Mattino e sono stato caporedattore centrale de il Gazzettino vesuviano. Laureato in Scienze della Comunicazione, ho conseguito un Master in Ufficio Stampa, Digital Pr e Influencer Marketing per la Cultura. Con la mia tesi su “La crisi del giornalismo” ho vinto il Premio Nazionale Nostalgia di Futuro organizzato da Fieg. Collaboro con iGv Network, con Antimafia Duemila, con Media Duemila e sono il fondatore di Effequadro.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
dariap
7 Aprile 2020 20:13

I “migranti” sarebbero quei giovanotti africani sbarcati di prepotenza in Italia dopo avere pagato gli scafisti?


Contatti:
Francesco Ferrigno

Giornalista, copywriter, social media manager, esperto di comunicazione. Ho lavorato per Il Mattino e sono stato caporedattore centrale de il Gazzettino vesuviano. Laureato in Scienze della Comunicazione, ho conseguito un Master in Ufficio Stampa, Digital Pr e Influencer Marketing per la Cultura. Con la mia tesi su “La crisi del giornalismo” ho vinto il Premio Nazionale Nostalgia di Futuro organizzato da Fieg. Collaboro con iGv Network, con Antimafia Duemila, con Media Duemila e sono il fondatore di Effequadro.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.