×

Coronavirus, bar, ristoranti e negozi chiusi almeno fino al 18 maggio

Non si allenta l'allarme coronavirus: secondo il "Piano Colao", per la riapertura di bar, ristoranti e negozi bisognerà attendere fino al 18 maggio.

coronavirus fase 2 negozi

Progressivamente l’Italia comincia a riaprire le sue attività, ma il premier Conte precisa: “Non affidiamoci all’improvvisazione”. Proseguono i lavori per la fase 2, affinché la riapertura della maggior parte delle imprese italiane avvenga nelle condizioni di massima sicurezza, tutelando così la salute dei lavoratori.

Vittorio Colao, capo della task force voluta dal governo per gestire la seconda fase dell’emergenza, è al lavoro per definire la graduale ripresa nei diversi settori delle attività sociali, economiche e produttive. È già in bozze il “Piano Colao”. Dall’inizio del lockdown dovuto al coronavirus, è apparso chiaro che la riapertura di bar, ristoranti e negozi sarà tardiva. Prima verranno testate le fabbriche.

Coronavirus, riapertura di bar, ristoranti e negozi

Non appena tutte le attività riapriranno i battenti dovranno essere garantire le massime condizioni di sicurezza, evitando assembramenti, mantenendo la distanza sociale e garantendo la disponibilità di mascherine, gel disinfettanti e guanti monouso.

Il lockdown in Italia è previsto fino al 3 maggio: dal giorno successivo, probabilmente, le fabbriche finora chiuse torneranno funzionanti.

Dovranno attendere ancora qualche settimana i negozi, i bar e i ristoranti. Forse anche gli stabilimenti balneari. Per queste attività bisognerà aspettare almeno il 18 maggio.

Attraverso la ripresa graduale, a partire dalle fabbriche, si potrà valutare l’impatto sul rischio contagio. Ancora molti dubbi e problemi per i trasporti. Lo smart working sarà prolungato il più possibile.

Contents.media
Ultima ora