×

Coronavirus fase 2: si dovrà lavorare anche di domenica?

Coronavirus, la fase 2 porterà gli italiani al posto di lavoro anche la domenica? L'idea è al vaglio della task force di Vittorio Colao.

coronavirus fase 2, al lavoro di domenica

La fase 2 da coronavirus deve vedere la propria nascita ma nelle ultime ore sono tanti i rumors che circolano. Tra questi vi sarebbe l’idea – da parte della task force guidata da Vittorio Colao – di allungare la settimana lavorativa fino alla giornata di domenica.

Una scelta consequenziale ad altre soluzioni: durante la fase 2 da coronavirus, infatti, bisognerà ridurre il carico di passeggeri sui mezzi di trasporto (capienza possibile fino al 60%) e bisognerà consentire alle persone – per quanto concerne i servizi aperti al pubblico – di potersi recare ma in modo scaglionato. Ciò comporta che si sarà costretti a dover allungare sia gli orari di lavoro che le giornate lavorative. Per esempio, i servizi comunali non potranno più garantire l’accesso a tutti contemporaneamente, così come lo stesso discorso varrà per le strutture ambulatoriali.

Insomma, dover scaglionare la clientela comporterà un grosso sacrifico per i lavoratori: doversi recare su posto di lavoro anche la domenica.

Coronavirus fase 2, il lavoro di domenica

Del resto, il lavoro di domenica non è una soluzione esclusa dagli esperti.

Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, ha già fatto presente che bisognerà dimenticarsi per molto tempo la routine quotidiana a cui si era abituati in passato: “Non ci saranno più orari di punta, tutto sarà scaglionato”. Una notizia, questa, che potrebbe gettare ancor di più nello sconforto il mercato della ristorazione o dei bar poiché è proprio coi lavoratori che si registra la maggior percentuale di guadagno.

Anche Attilio Fontana, nei giorni scorsi, ha evidenziato la necessità di dover ripensare al futuro: “Lavorando anche la domenica”.

Coronavirus e fase 2: lavoro di domenica?

Al momento, comunque, è tutto in divenire con nessuna notizia ufficiale relativa alla fase 2 da coronavirus. Lavorare la domenica, però, non è da escludere assolutamente proprio perché sarà difficile poter smaltire tutto il lavoro settimanale in soli cinque giorni con i vari scaglionamenti. Inoltre, si paventa anche l’ipotesi di un’apertura notturna per i negozi. Questo, però, potrebbe essere una nota di favore per chi cerca lavoro.

Contents.media
Ultima ora