×

Elicottero caduto nel Tevere: recuperati due corpi

Condividi su Facebook

Individuato sul fondale del Tevere l'elicottero precipitato il 10 luglio. La possibile vittima è un ricco possidente.

elicottero cade tevere

Si sono conclude le operazioni di recupero dell’elicottero precipitato nel fiume Tevere nel pomeriggio del 10 luglio a Nazzano Romano, alle porte della Capitale. Dopo alcune ore di ricerche, fonti investigative hanno confermato poco prima delle 21 che il velivolo è stato individuato sul fondale del fiume grazie agli ecoscandagli adoperati dai Vigili del Fuoco giunti sul posto.

Resta ore da capire se l’equipaggio sia riuscito a uscire in tempo dall’abitacolo dell’elicottero o se invece si sia inabissato anch’esso. Dalla mattina di sabato 11 luglio inizieranno le operazioni di recupero del velivolo: il tutto potrebbe durare anche diversi giorni. Poco fa la conferma: i cadaveri di due delle persone a bordo dell’elicottero sono stati recuperati nel Tevere. I sommozzatori li hanno rinvenuti a sei metri di profondità, ancora ancorati ai sedili dell’elicottero precipitato.


Chi c’era a bordo dell’elicottero

Secondo quanto riportato dalle cronache locali, tra le possibili vittime potrebbero esserci una donna e un uomo di 78 anni, molto conosciuto in zona. Le sue iniziali sono D.C. e di cui si sono perse le tracce proprio giorno 10 luglio intorno all’ora di pranzo.

Una coincidenza che fa destare più di qualche preoccupazione ai familiari.

Potrebbe trattarsi, dunque, di un ricco possidente che vive a Torrita Tiberina. Disperata la figlia che rivela: “Non troviamo mio padre dalle ore 16 di ieri. Era solito volare con il suo ultraleggero e portare con sé gli amici”.

La testimonianza

Ad assistere alla caduta dell’elicottero nel Tevere anche un papà con dei figli presenti sul posto. Stava facendo birdwatching vicino all’area naturalista ha raccontato: “A un certo punto ho visto un piccolo elicottero che toccava i fili dell’alta tensione con le pale ed è caduto nel fiume, inabissandosi dopo poco”.

Elicottero precipita nel Tevere

Secondo alcuni testimoni presenti in prossimità dell’incidente, il velivolo avrebbe urtato dei cavi dell’alta tensione che lo avrebbero fatto precipitare nella acque del fiume Tevere. Si attende tuttavia una più precisa ricostruzione di quanto accaduto da parte delle Forze dell’Ordine.

Nel frattempo i Vigili del Fuoco hanno comunicato in serata tramite il proprio profilo Twitter che sul posto sono attualmente impegnati nelle ricerche due squadre di uomini e il nucleo sommozzatori al fine di raggiungere il velivolo finito sul fondale: “Roma 10 luglio 17:00, Vigili del Fuoco impegnati con il DragoVF 58, due squadre e nucleo sommozzatori per un elicottero precipitato a Nazzano Romano nei pressi del fiume Tevere”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.