×

Ravenna, Lorenzo muore in un incidente mentre torna da lavoro

Lorenzo Campanini è morto a 24 anni in un terribile incidente avvenuto a Ravenna, mentre tornava a casa dopo il turno di lavoro.

Lorenzo Campanini
Lorenzo Campanini

Lorenzo Campanini, giovane reggiano originario di Cerezzola di Canossa, è morto a soli 24 anni a causa di un terribile incidente avvenuto mercoledì 24 febbraio sulla superstrada tra Ravenna e Cesena. Aveva finito il turno di lavoro e indossava ancora la divisa da infermiere quando ha perso il controllo della sua auto.

Lorenzo muore in un incidente

Lorenzo Campanini era un infermiere in servizio sulle ambulanze della Pubblica Assistenza di Ravenna e quando è avvenuto l’incidente aveva appena finito il suo turno e stava tornando a casa a Cesena, dove era residente da poco. Purtroppo il giovane ha perso il controllo della sua auto e ha avuto un terribile incidente stradale sulla superstrada E45.

Secondo la prima ricostruzione, l’automobile, per cause ancora da accertare, ha sbandato improvvisamente invadendo l’altra corsia e schiantandosi contro un tir che arrivava nella direzione opposta. L’impatto è stato devastante e la vettura si è ribaltata completamente. Quando sono arrivati i soccorritori del 118 per Lorenzo purtroppo non c’è stato nulla da fare. Sono dovuti intervenire anche i vigili del fuoco per riuscire a liberarlo dalle lamiere della sua auto.

L’incidente è avvenuto al km 247 della E45, all’altezza di Borgo Faina, dove la corsia si restringe per lavori in corso. L’automobile di Lorenzo ha colpito con la ruota anteriore lo spigolo del jersey durante il cambio corsia e la Golf si è impennata andando a finire contro il parabrezza del tir. Il camionista è stato soccorso sotto shock, ma è rimasto illeso. La notizia della morte di Lorenzo Campanini ha sconvolto la comunità, dove tutti conoscevano la sua voglia di essere d’aiuto agli altri.

Ti ricorderemo sempre, con il tuo sorriso disarmante, la tua contagiosa voglia di vivere, la passione in ciò che facevi. Hai riempito i nostri cuori di momenti felici, gioiosi, divertenti, hai illuminato la nostra sede con il tuo irrefrenabile entusiasmo. Sei l’amico, il figlio, il nipote, il collega che ognuno vorrebbe avere Riposa in pace amico” così lo hanno ricordato i volontari della Croce Rossa di Canossa. “Ciao Lollo rimarrai sempre con noi, Un dolore grandissimo per tutti” hanno scritto dalla Pubblica Assistenza di Ravenna.

Contents.media
Ultima ora