Curcuma: tutte le proprietà dell'alimento
Curcuma: tutte le proprietà dell’alimento
Wellness

Curcuma: tutte le proprietà dell’alimento

proprietà della Curcuma

La curcuma è una spezia celebre per le sue proprietà. Vediamo quali sono i principali benefici legati al suo principio attivo, e gli usi in cucina.

Negli ultimi anni, la curcuma sembra essere entrata nella cucina di ognuno. A spingerla, anche il corredo di benefici e proprietà che la accompagnano. Moltissimi sono, infatti, i rimedi della nonna che la vedono protagonista per curare raffreddori e malanni di stagione. È una spezia che, effettivamente, ha moltissime proprietà benefiche, proviamo a scoprirne qualcuna.

Cos’è la curcuma

La Curcuma è una spezia molto utilizzata, soprattutto in alcune aree del mondo. In India, per esempio, è conosciuta da più di 5.000 anni. La Curcuma Longa – questo il suo nome scientifico – è coltivata prevalentemente nelle regioni a clima tropicale perché ha assoluta necessità di caldo e umidità. Le foglie della pianta sono lunghe, a forma ovale, e i suoi fiori assomigliano a delle spighe. La curcuma, per le sue affinità con la pianta dello zafferano, è anche chiamata zafferano delle Indie. Contiene molti minerali, come potassio, fosforo, calcio, magnesio, sodio, zinco, ferro, selenio, rame e manganese e altrettante vitamine, tra cui quelle del gruppo C, E, K, J, B1, B2, B3 e B6.

Per questa sua ricchezza, la curcuma è da secoli utilizzata anche in campo medico, soprattutto nella medicina indiana e cinese, per la sua comprovata funzione disintossicante. Andiamo a conoscere meglio, allora, le proprietà della curcuma che l’hanno resa così speciale.

Le proprietà della curcuma

La sostanza contenuta nella curcuma che sembra dare più benefici a livello fisico è la curcumina. Si pensa che sia proprio questa sostanza ad avere un potere antinfiammatorio, antiossidante e antibatterico. Attenzione, però, la sostanza di per sé è scarsamente assorbita dall’organismo. Per migliorare il suo potere, dunque, è bene che venga assunta insieme a sostanze che ne potenzino l’assorbimento, tra queste, la piperina contenuta nel pepe nero. Come antiossidante, la curcuma contrasta i radicali liberi, rendendoli innocui, e rallenta il processo di invecchiamento cellulare. Queste sue caratteristiche sembrano essere particolarmente importanti anche per contrastare l’insorgenza di tumori. Tra le altre proprietà della curcuma, vi sono anche benefici legati alla cicatrizzazione, per curare le scottature, ferite, punture da insetti e malattie alla pelle.

La curcumina è utile, inoltre, per contrastare l’insorgenza di malattie neurodegenerative. Tra le quali, il morbo di Alzheimer, la depressione, il morbo di Parkinson e la sclerosi multipla. Inoltre, sembra essere molto efficace per mantenere un basso livello di colesterolo.

Gli usi della curcuma

La curcuma è una spezia tipica della cucina indiana, usata per insaporire moltissimi tipi di piatti. È perfetta nelle zuppe e nei piatti di carne, e dà un tocco amaro ai dolci. In cucina, è molto noto anche il suo utilizzo come colorante naturale. Aggiungendone qualche manciatina, infatti, il piatto prenderà il tipico colore giallo intenso. Questo uso è molto sfruttato soprattutto nella pasticceria.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche