×

Coronavirus, pagamenti e scadenze: tutte le nuove date per la fase 2

Condividi su Facebook

Pagamenti e scadenze, quali sono le nuove date da ricordare assolutamente durante la fase 2 da coronavirus.

pagamenti-scadenze-date-coronavirus-fase-2
Pagamenti e scadenze: le nuove date dopo la fase 2 Coronavirus

Pagamenti e scadenze, quali sono le nuove date dopo i cambiamenti dovuti alla fase 2 del coronavirus? Il Governo ha approvato, anche alla Camera, il rinvio di diverse date la cui naturale scadenza sarebbe dovuta ricadere nel pieno periodo di emergenza sanitaria. Sono tante le proroghe concesse in merito a pagamenti e scadenze per cittadini.

Una soluzione sia per far fronte ai gravi disagi economici delle ultime settimane, sia per evitare l’assembramento presso gli uffici pubblici. I rinvii riguardano documenti, richieste all’Inps, accreditamento pensioni. Il Governo ha cercato di pensare a tutto. Nel dettaglio, di seguito, tutti i pagamenti e le scadenze più importanti da tenere a mente.

Pagamenti e scadenze Inps: le nuove date

Quali sono le nuove date per pagamenti e scadenze relative alle prestazioni fornite da Inps? Per quanto concerne la “Disoccupazione NASpIe DIS-COLL”, i lavoratori licenziati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020 possono presentare domanda entro 128 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. Dal 18 marzo per due mesi le misure obbligatorie sono sospese, come la partecipazione alle iniziative di attivazione lavorativa proposte dal Centro per l’Impiego.

Per quanto concerne le domande a istituti quali INPS e INAIL, invece, il decorso dei termini di decadenza e prescrizione delle domande per prestazioni previdenziali, assistenziali e assicurative viene sospeso tra il 23 febbraio e il 1 giugno.

Novità importanti anche per il Reddito di cittadinanza: dal 18 marzo sono sospesi per due mesi gli obblighi connessi alla fruizione del sussidio statale. Date da segnare anche per chi deve riscuotere la pensione in posta: nei mesi di maggio e giugno, infatti, il servizio sarà erogato su più giorni.

Inoltre, sarà possibile richiedere il pin Inps online senza bisogno di riconoscimento facciale fino al 31 luglio.

Pagamenti e scadenze Imposte: le date

Quali sono le nuove date, dovute alla fase 2 del coronavirus, per pagamenti e scadenze imposte? La Certificazione Unica può esser consegnata entro il 30 aprile. Per quelle riguardanti i redditi esenti o non dichiarabili tramite precompilata il termine rimane al 31 ottobre.

Per quanto concerne la Dichiarazione di successione, invece, il termine annuale di presentazione della dichiarazione, se scade tra l’8 marzo e il 31 maggio, è rinviato al 30 giugno.

Attenzione alle cartelle esattoriali: sono sospesi i pagamenti in scadenza nel periodo compreso tra l’8 marzo e il 31 maggio di cartelle di pagamenti, avvisi di accertamento e di addebito. Il versamento va fatto entro il 30 giugno. Inoltre, fino al 31 maggio non possono essere notificate nuove cartelle.

Scadenza bollo auto, cosa cambia? Il tributo regionale è stato sospeso solo da alcune Regioni, ad esempio sono rinviati al 30 giugno i pagamenti dei bolli scaduti a marzo, aprile e maggio per Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Toscana, Veneto. Altri enti territoriali hanno rinviato il pagamento al 31 luglio. Per quanto concerne le agevolazioni prima casa: nel periodo dal 23 febbraio al 31 dicembre 2020 sono sospesi i termini annuali per usufruire del credito d’imposta sul riacquisto della prima casa e per non pagare plusvalenze, per vendere l’immobile in suo possesso e non perdere i benefici e il periodo di 18 mesi per il cambio di residenza.

Il versamento di contributi previdenziali e assistenziali, assicurazione obbligatoria, iva, ritenute alla fonte e addizionali regionale e comunale (per chi opera come sostituto d’imposta) è sospeso a determinate condizioni per i mesi di aprile e maggio; il modello 730, invece, può essere presentato entro il 30 settembre. Per quanto concerne il capitolo Imu e Tari, solo alcuni Comuni hanno rinviato queste scadenze.

Pagamento bollette: cambia qualcosa?

Per quanto concerne il pagamento delle bollette, con la fase 2 del coronavirus cambia qualcosa? Risposta negativa. Non è stato sospeso quindi vanno pagate secondo le normali scadenze, l’unica deroga concessa fino al 30 aprile è per i Comuni del basso lodigiano Codogno (Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano) e il comune di Vo’ Euganeo in Veneto.

Importante aggiornamento anche per quanto riguarda i rimborsi per eventi già acquistati: chi ha acquistato un biglietto può, entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del Cura Italia richiedere il rimborso al venditore, allegando il titolo d’acquisto. Entro 30 giorni il venditore deve emettere un voucher di pari importo che può essere utilizzato dall’acquirente entro un anno dall’emissione.

Scadenze documenti: le nuove date

Attenzione anche alle scadenze relative ai documenti (come patente, tessera sanitaria, carta di identità). Per patente di guida e carta di identità, la validità di questi documenti, se scaduti dal 31 gennaio 2020, è prorogata al 31 agosto 2020. Non sono validi, però, per l’espatrio. La tessera sanitaria, invece, vede la sua scadenza prorogata al 30 giugno.

Per quanto concerne certificati, permessi, attestati, concessioni, autorizzazioni in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile è prorogata fino ai 90 giorni successivi la dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza. Per la registrazione di atti pubblici, privati, contratti d’affitto e scritture private autenticate: i termini per la registrazione sono sospesi dall’8 marzo al 31 maggio 2020, che dovrà quindi esser effettuata entro il 30 giugno.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.