×

Effetto Green pass obbligatorio, Inps: +23% certificati di malattia rispetto a venerdì scorso

Con l'entrata in vigore del Green Pass obbligatorio, la richiesta di certificati di malattia è aumentata sensibilmente segnando + 23,3%.

Green Pass obbligatorio Inps

Gli effetti dell’introduzione dell’obbligo del Green Pass cominciano a farsi sentire. Se infatti moltissime categorie di lavoratori sono già scesi sul piede di guerra attraverso blocchi e scioperi in buona parte del territorio nazionale, dall’altra c’è un altro aspetto che ha attirato particolarmente l’attenzione.

Secondo quanto emerge dagli ultimi dati INPS relativi al certificato di malattia diffusi dal Ministero della Pubblica Amministrazione, alle ore 12 di venerdì 15 ottobre è stato rilevato un significativo aumento di circa il 23,3% rispetto a sette giorni prima. Un dato importante che riesce ad illustrare l’attuale situazione. 

Green Pass obbligatorio Inps, certificati di malattia in aumento 

La richiesta dei certificati di malattia è quindi in costante aumento.  Basti pensare che, su un totale di 47.393 certificati rilasciati alle ore 12 del 15 ottobre, l’aumento registrato fino a due venerdì fa è stato del +5,5%.

Si parla quindi di 38.432 certificati rilevati al giorno 8 ottobre, mentre sono stati 44.903 quelli registrati il 1o ottobre 2021. 

Green Pass obbligatorio Inps, ricoveri ancora in calo 

Nel frattempo continua a registrarsi il trend positivo della diminuzione dei ricoveri. Nella giornata di giovedì 14 ottobre, sono stati rilevati 2479 ricoveri segnando un -73 rispetto a 24 ore prima. Tendenza positiva anche per i casi registrati di covid che, su un totale 324.614 tamponi,  sono stati 2668.

Il tasso di positività continua a confermare il netto calo della curva pandemica di queste ultime settimane segnando un 0,8%. 

Green Pass obbligatorio Inps, Assessore Lanzarin (Veneto): “Il trend dei contagi è in discesa”

Dal Veneto infine arrivano buone notizie. L’assessore alla sanità Manuela Lanzarin, riporta Sky Tg24, ha confermato che nella regione veneta, il calo dei contagi è ormai costante: “abbiamo una media di 350 positivi al giorno, inferiore rispetto alle settimane scorse”.

Sull’attenzione dedicata ai ricoveri ha affermato: “Abbiamo un’occupazione del 3% in terapia intensiva e del 2% in area non critica – ha detto -, siamo scesi di un altro punto per entrambi i presidi, e questo è evidenza che la situazione e’ in chiaro miglioramento”.

+

Contents.media
Ultima ora