Donna picchiata dal fidanzato: aveva cambiato la foto su Facebook
Donna picchiata dal fidanzato: aveva cambiato la foto su Facebook
Esteri

Donna picchiata dal fidanzato: aveva cambiato la foto su Facebook

violenza sulle donne

In Inghilterra una 29enne denuncia che il suo ex è tornato troppo presto in libertà nonostante, a suo giudizio, sarebbe "ancora pericoloso".

“Qualcuno può spiegarmi come un uomo può fare questo a una donna quando dorme profondamente a letto con colui che considera suo amico. E’ stato un passante a chiamare un’ambulanza e il mio ex è scappato” racconta la 29enne Lois Ashton di Liverpool, pubblicando il 30 dicembre 2018 su Facebook le foto che la ritraggono intrisa di sangue dopo essere stata picchiata dal fidanzato Andrew John McNair.

Picchiata per una foto

L’uomo, per le ripetute aggressioni nei confronti della donna, è stato alla fine condannato a 3 anni e 8 mesi di carcere, dal quale però è uscito dopo 11 mesi di detenzione. E’ soprattutto questo che denuncia Lois Ashton, affermando sui social che il suo ex sarebbe “ancora pericoloso”.

La 29enne rivela infatti che una volta l’uomo l’ha barbaramente picchiata solo per il fatto di aver cambiato la sua immagine sul profilo Facebook. L’aggressione è avvenuta al temine di una serata con le amiche.

Andrew John McNair in un primo momento si è accodato alla comitiva di sole donne, salvo poi allontanarsi quando queste si sono radunate a casa di una di loro.

Ad un certo punto, Lois Ashton riceve un messaggio dal compagno con scritto: “Hai preferito le tue amiche a me”. Lei non le ha risposto e, prima di andare a dormire ha sostituito la foto che li ritraeva insieme con una in cui era da sola.

L’aggressione

La 29enne si è svegliata con il fidanzato in piedi sul letto, pronto a picchiarla. “Pensavo che sarei morta, c’era così tanto sangue” ricorda ancora la vittima che ora prega per “l’incolumità delle future nuove ragazze” di Andrew.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche