×

La Spagna cancella la corsa dei tori di Pamplona: effetto coronavirus

Coronavirus, la Spagna cancella la corsa dei tori di Pamplona per la stagione estiva 2020. Lo storico evento quest'anno non si svolgerà.

coronavirus-spagna-corsa-tori-pamplona
Coronavirus Spagna, corsa tori a Pamplona annullata

Coronavirus, la Spagna ha deciso: la corsa dei tori di Pamplona 2020 non ci sarà. Lo stato iberico si vede costretto ad annullare la storica manifestazione. A causa della pandemia di coronavirus la città spagnola di Pamplona, dunque, ha deciso di annullare la famose celebrazione di San Fermin prevista a luglio, dove la corsa di tori di solito attira decine di migliaia di turisti.

“Il consiglio comunale ha preso questa decisione unanimemente (…), tenendo conto che la lotta contro il nuovo coronavirus è diventata una priorità globale e che non vi è altra eventuale possibilità per eventi internazionali”, si legge in una nota del municipio. Il sindaco di Pamplona, Enrique Maya, è risultato positivo al tampone. Dunque, la Spagna cancella la corsa dei tori di Pamplona 2020.

Spagna cancella corsa tori Pamplona

La corsa dei tori di Pamplona non è la prima volta che deve subire ritardi o cancellazioni per via di eventi eccezionali. L’ultima volta, in ordine cronologico, è stata nel 2013: l’inaugurazione di quella edizione, eccezionalmente, ha subito un ritardo rispetto alle 12:00 del 6 luglio, perché un’enorme bandiera basca esposta di fronte al municipio, impediva il lancio del razzo che segna l’inizio della festa.

Tre celebrazioni indipendenti stanno all’origine della festa: gli atti religiosi in onore di San Firmino, anteriori al XII secolo, le feste commerciali e la corrida, entrambe documentate a partire dal XIV secolo.

In più, i pamplonesi celebrano il patrono della loro città San Saturnino, il 29 di novembre. In Spagna, intanto, sono 430 i morti nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Sanità. In totale le persone decedute sono 21.282, mentre i contagiati sono 204.178 e i guariti 82.514.

Contents.media
Ultima ora