×

Coronavirus, due gatti positivi ai test: sono i primi negli Stati Uniti

Primi due gatti positivi al coronavirus a New York: entrambi hanno problemi respiratori ma starebbero già guarendo.

Coronavirus gatti positivi

Per la prima volta negli Stati Uniti due gatti domestici sono risultati positivi ai test per il coronavirus, precisamente nello stato di New York. Ad annunciarlo è stata l’agenzia dei laboratori di veterinaria del dipartimento di Agricoltura affermando che i due felini in questione hanno lievi problemi respiratori.

Entrambi sarebbero comunque in via di guarigione.

Coronavirus: gatti positivi a New York

Il veterinario aveva effettuato un tampone ad uno di loro dopo che questo aveva mostrato difficoltà a respirare, anche se nessuna delle persone presenti in casa con lui ha contratto l’infezione. Quanto al second caso invece il test è stato eseguito dopo che il padrone è rimasto contagiato dal virus. Un altro gatto però, pur vivendo nella sua stessa abitazione, è risultato negativo.

I medici hanno comunque ribadito che al momento non ci sono prove che gatti e cani positivi possano trasmettere il virus. Per questo non è necessario effettuare test su di loro né adottare misure che possano comprometterne il benessere. Anche l’Istituto Superiore di Sanità ha affermato che gli animali da compagnia sono potenzialmente esposti all’infezione che potrebbe essere loro trasmessa da persone infette.

Ma non ci sono ancora evidenze che loro possano essere soggetti attivi nella trasmissione giocando un ruolo epidemiologico nella diffusione all’uomo. Anzi, il medesimo istituto ha sottolineato come “il rapporto con gli animali è importante per il nostro benessere in questo periodo di forzato isolamento“.

Contents.media
Ultima ora