×

Francia, assorbenti gratis per le studentesse universitarie

“Puntiamo a 1.500 distributori e alla gratuità totale dall’inizio dell’anno scolastico”, queste le parole della ministra Fréderique Vidal.

Assorbente in borsa

Questa è l’iniziativa di Fréderique Vidal, ministra dell’Università e della Ricerca in Francia. A partire dalle prossime settimane gli atenei, le residenze universitarie e i centri per la salute degli studenti di tutto il Paese saranno dotati di distributori automatici di assorbenti gratis per le studentesse.

Assorbenti gratis per le studentesse in Francia

“Puntiamo a 1.500 distributori e alla gratuità totale dall’inizio dell’anno scolastico”, queste le parole della ministra, che aggiunge poi come questa manovra faccia parte di un’azione più grande volta al contrasto della povertà giovanile. La decisione, ci spiega, è stata presa dopo una lunga discussione con il Parlamento e le associazioni studentesche a seguito di una recente ricerca. Secondo questa indagine infatti, un terzo delle studentesse universitarie ha bisogno di un sostegno per acquistare gli assorbenti e il 13% invece si è trovata a scegliere se comprare una protezione o un altro prodotto, o ancora, una su venti utilizza la carta igienica.

Sostenere economicamente gli studenti è sempre stato un obiettivo della Francia, a gennaio scorso il presidente Emmanuel Macron annunciò pasti a un euro nei ristoranti universitari e assegni per servizi di consulenza psicologica o psichiatrica. In Francia ci sono già state iniziative locali per la distribuzione di assorbenti, adesso pero l’obiettivo è quello di arrivare ad una gratuità assoluta e ad una copertura nazionale dei distributori.

Il caso della Scozia e dalle Nuova Zelanda

Non solo in Francia, in sempre più paesi ci si sta interessando alla tutela del periodo mestruale, pioniere tra questi la Scozia, in cui il 24 novembre il governo locale capitanato da una donna, Nicola Sturgeon, approva a Edimburgo il Period Product Act. La legge impone a scuole, università e sedi amministrative locali di disporre di distributori automatici e gratuiti di assorbenti. Il costo annuale di questa manovra è calcolato in 24 milioni di sterline, circa 27 milioni di euro.

Seguendo l’esempio della Scozia, la premier della Nuova Zelanda Jacinda Arden ha promosso un’azione che a partire da giugno garantirà assorbenti ed altri prodotti gratis alle alunne di tutte le scuole. Preoccupazione del governo del Paese è quella infatti delle studentesse che non vanno a scuola quando hanno le mestruazioni perché non possono permettersi di acquistare gli assorbenti.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora