> > Femminicidio a Fano, Anastasiia Alashri uccisa con tre coltellate e nascosta ...

Femminicidio a Fano, Anastasiia Alashri uccisa con tre coltellate e nascosta in una valigia

Anastasija Alashri

Femminicidio a Fano, Anastasiia Alashri uccisa con tre coltellate e nascosta in una valigia in una macchia assieme ad arma del delitto e cellulare

Il terribile femminicidio a Fano, con la 23enne Anastasiia Alashri uccisa con tre coltellate e nascosta in una valigia, ha sconvolto l’Italia.

La giovane donna ucraina fuggita dalla guerra era tornata a casa solo per raccogliere le sue cose ma non è più uscita viva da quell’abitazione  dove la attendeva un marito violento che aveva deciso di lasciare. L’uomo l’ha ammazzata a coltellate e ne ha nascosto il corpo in una valigia lasciata in campagna prima di provare a fuggire ed essere fermato dai carabinieri alla stazione di Bologna.

Anastasiia Alashri uccisa con tre coltellate

Anastasiia aveva un bimbo di soli 2 anni che ora è in attesa che giunga la nonna materna dall’Ucraina. La vittima aveva abbandonato Kiev a marzo con figlio e marito, un 42enne con doppio passaporto, egiziano e ucraino. Era laureata in musica e lavorava presso il  ristorante Osteria dalla Peppa. Il marito era un violento e dopo qualche mese di permanenza in Italia la donna aveva maturato la decisione di lasciarlo dopo una denuncia per maltrattamenti ai Carabinieri di Fano. 

L’allarme dell’amico che la ospitava a casa

Era ospite da un collega ed amico e l’uomo, non vedendola tornare, aveva allertato il 112. A quel punto e con la precedente denuncia a far fede procedurale era scattato il Codice rosso ed era stata fatta la macabra scoperta. Per gli inquirenti Anastasiia sarebbe stata ammazzata domenica sera: sul corpo sono stati trovato i segni di almeno tre coltellate e il cadavere era una valigia in ci c’erano anche ma in altri punti dell’area arma e cellulare della vittima.

L’uomo è stato bloccato alla stazione di Bologna, in tasca aveva due carte di credito e 4mila euro in contanti. Portato in caserma ha confessato il delitto.