Ferrari Dino 2017: anticipazioni, caratteristiche, prezzi
Ferrari Dino 2017: anticipazioni, caratteristiche, prezzi
Motori

Ferrari Dino 2017: anticipazioni, caratteristiche, prezzi

Ferrari Dino 2017: anticipazioni, caratteristiche, prezzi
Ferrari Dino 2017: anticipazioni, caratteristiche, prezzi

Ecco la nuova Ferrari Dino 2017. Vediamo insieme le caratteristiche, i prezzi e le differenze rispetto alle versioni precedenti.

Dai circuiti di Maranello giunge il nuovo modello Ferrari dopo circa quasi mezzo secolo dal vecchio modello proposto sul mercato dell’auto.

Caratteristiche

Lo storico marchio delle autovetture sportive di lusso, il vecchio cavallino rampante di casa Ferrari, dopo quasi mezzo secolo dal primo modello del grande coupé che ha fatto innamorare gli appassionati di auto di altissimo livello, e non solo, torna a far parlare di sé. Uno dei marchi leader nel mondo in fatto di autovetture di lusso annuncia l’arrivo sul mercato della nuova versione Ferrari Dino 2017. La nuova coupè proposta dalla casa automobilistica ricorda in molto, se non in tutto, lo splendore del modello precedente. Lo stile resta quello elegante ma allo stesso tempo graffiante e sportivo dell’inconfondibile marchio, benché sia più arricchito dei nuovi strumenti offerti dalla tecnologia avanzata. Fermo restando però, il fatto che la nuova Ferrari non avrà più il tanto amato cavallino rampante, segno caratteristico dello storico marchio, poiché ora la società è sotto i diritti di Ferrari Naamloze Vennootschap, compagnia olandese.

La nuova Ferrari avrà il suono riconoscibile del motore con 6 cilindri e biturbo, da qui la mini Ferrari, sorella della grande auto del marchio di cinquanta anni fa.

La nuova autovettura avrà sulla parte laterale delle due fiancate, a fare da cornice alle portiere, due enormi prese d’aria per consentire al V6 di raffreddare i motori. Stile inconfondibile ed elegante che nel nuovo modello avrà un passo di circa quattro metri e trenta. Per cui questa volta si riduce rispetto al vecchio modello della 488, ma resta un coupé di assoluto rispetto le cui prestazioni non deluderanno certamente gli appassionati. L’assetto decisamente sportivo della nuova Ferrari permetterà di percorrere ben 100 km in un’ora con una velocità di circa 300 km all’ora, impiegando pensate, poco più di 4 minuti.

Motori

La nuova auto Ferrari Dino 2017 sarà il fiore all’occhiello del circuito sportivo di Maranello, grazie al suo motore V6 con biturbo, promette prestazione da capogiro.

La sei cilindri del marchio Ferrari è ancora in fase di test su strada ma, secondo le ultime stime, dovrebbe giungere sul mercato intorno al prossimo autunno 2017. In termini di carrozzeria la nuova “piccola Ferrari” si differenzia ben poco rispetto alla sorella maggiore, tranne alcune piccole varianti nelle resa estetica finale. Sulle fiancate appunto avrà due importanti prese d’aria che permettono il raffreddamento dei motori, sostenendo il circuito di sovralimentazione. Gli standard in fatto di prestazioni saranno gli stessi, per cui si parla di potenza decisamente avanzata ed elevata. Nelle finiture si presenta con un telaio realizzato in alluminio, ma manterrà il sistema frenante della stessa potenza del modello 488. La trazione posteriore è garantita da un controllo total high tech con funzionalità elettroniche. Per quanto riguarda il motore, parliamo di un sei cilindri con biturbo della capienza di ben tre litri, con un cambio con frizione doppia la cui potenza si aggira intorno ai 500 cavalli.

Prestazioni

Passiamo ora alle dimensioni del bagagliaio della nuova mini Ferrari.

La Dino 2017 avrà, come già sottolineato un motore V6 che sino ad ora era stato impiegato per F1 ed F2 intorno agli anni ’60. la nuova Ferrari riporta così in vita quella potenza che un tempo era stata impiegata nella Formula 1. Per quanto riguarda la carrozzeria, la nuova autovettura proposta da Ferrari, riparte dallo stile della Dino 206 GT, con un arricchimento in termini di prestazione ed efficienza, evitando così un banale remake di proposte precedenti. La nuova auto coupé dall’assetto sportivo del circuito di Maranello parte dalla sue enorme eredità del passato, per arricchirsi di nuove ed interessanti potenzialità ed efficienza di prestazioni su strada. La nuova Ferrari Dino 2017 differisce così dai precedenti modelli grazie anche al suo motore posteriore situato in posizione centrale e con un assetto nettamente più sportivo. Presumibilmente, la nuova Ferrari avrà una potenza in grado di superare i 500 cavalli e la cui velocità massima sarà di ben oltre i 300 km orari.

Forte di uno scenario che si preannuncia di enorme interesse per il mercato delle auto di lusso, la nuova Ferrari Dino 2017 ipotizza già un incremento nettamente superiore rispetto al passato in merito alla produzione di unità auto. Si stima che questo incremento possa aggirarsi intorno al 20% delle vendite previste nell’arco dei prossimi due anni.

Prezzi

Passiamo ora a capire quali saranno i costi della nuova mini Ferrari 2017. Stando alle stime del mercato, si ritiene che nel corso dei prossimi due anni il circuito di Maranello possa incrementare le sue vendite con pieno ritmo nella produzione auto. Si stimano circa 1.500/2.000 autovetture vendute. Restiamo pur sempre nell’ambito di un circuito di mercato chiaramente di nicchia, ma siamo nella visione di un mercato globalizzato per cui si ritiene che l’obiettivo possa risultare raggiungibile. La nuova Ferrari Dino si presume che possa giungere sul mercato nel prossimo autunno.

In fatto di costi, la nuova coupé si differenzia dalla sorella maggiore, avrà un prezzo nettamente ridotto rispetto ai modelli che l’hanno preceduta e soprattutto se paragonati alla concorrenza in fatto di sportive di lusso. Le sue prestazioni resteranno di livelli avanzati e di tutto rispetto, ma il costo si dovrebbe aggirare intorno ai 130mila euro circa, nettamente inferiori se paragonato ad esempio al vecchio modello di Ferrari 8 cilindri il cui costo era a partire da 180mila, nella versione California. Come già sottolineato, a differenziare la nuova Ferrari Dino rispetto al precedente modello di cinquanta anni fa, resta la lunghezza del passo, che rispetto al passato si riduce conferendole un aspetto più graffiante ed ancora più sportivo. Il suono dei suoi motori sei cilindri non hanno comunque nulla da invidiare a quello da 8 cilindri della 458 o alla biturbo della versione GTB. Il motore sei cilindri sarà situato nella parte posta al di sotto del cofano del vano posteriore.

Resta assolutamente invariata la trazione posteriore della nuova coupé di Maranello grazie ad un propulsore sostenuto da un cambio automatico con una doppia frizione, ma sarà anche possibile sfruttare una trasmissione del tutto manuale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche