×

Il figlio di Vasco Rossi sul padre: “E’ molto presente e mi ha detto no alle droghe pesanti”

Condividi su Facebook

Vasco Rossi padre amato da suo figlio Davide. Presente, consigliere, attento osservatore e ascoltatore. Amante della lettura e contrario alle droghe pesanti. Da rock sfrenato a padre amorevole.

Vasco Rossi ed il primogenito

Davide Rossi figlio del grande Vasco ha dichiarato di avere un buon rapporto con il padre. Nato da una storia del cantante con Stefania Drucillo, Davide è cresciuto con una ragazza madre. La presenza del padre c’è stata e non solo per telefono lo ha aiutato ascoltandolo e non gli ha mai fatto mancare nulla.

Grazie a Vasco il figlio ha amato la lettura. Gli inviava i libri o glieli portava di persona l’ultimo letto è L’ombra del vento. Vasco si è dimostrato un padre permissivo non ha mai detto no o si categorici. Ha sempre agito in modo tale che il figlio ci arrivasse da solo a capire cosa fare. L’unica cosa sulla quale è stato ferreo è il No all’utilizzo di droghe pesanti come l’eroina.

Vasco Rossi ante successo

vasco rossi

Vasco nasce a Zocca il 7 febbraio 1952. Il padre faceva il camionista ed ha scelto il nome del figlio in onore ad un compagno di prigionia in Germania.

Fin da bambino su consiglio della madre va a scuola di canto. All’età di 13 anni vince “L’Usignolo d’oro” e a 14 fa parte del suo primo gruppo musicale. Dopo le medie venne iscritto dai salesiani per il diploma. La scelta fu pessima ed anche il rapporto con gli ecclesiastici. Fuggì e in appoggio dalla zia conseguì il diploma. Indifferente alla contestazione studentesca del periodo si ritrova affascinato dal teatro.

Il padre non d’accordo lo iscrive ad economia e commercio a Bologna. Da economia a psicologia ma l’università viene abbandonata a otto esami dalla laurea. Nel periodo dell’università a Bologna conosce Paola Panzacchi convinta femminista con la quale ha una tormentata storia d’amore. Il cantautore ne uscirà con le ossa rotte.

I primi passi musicali

Nel 1975 fonda radio libera a Zocca. La radio sarà la base di partenza per la formazione della carriera.

Matura come showman e conoscerà molte persone importanti nel corso della sua vita. Incide nel 1977 il suo primo 45 giri. L’anno successivo esce il suo primo album. Nel 1979 il secondo album contenente Albachiara. Solo anni dopo questa canzone arriverà al successo. Alla fine del 1979 il padre muore ed il cantautore ebbe un periodo critico pensando anche di abbandonare la musica. Nel 1980 esce il terzo album anche questo con poco successo. Il successo inizierà ad arrivare nel 1981 con il quarto album Siamo solo noi.

Successo e trasgressioni

vasco rossi

La partecipazione al Festival di Sanremo nel 1982 e 1983 cambiò radicalmente la carriera del cantante. Nel 1984 la prima raccolta dal vivo resta in classifica per 33 settimane. Viene arrestato per possesso di cocaina e si fa 22 giorni di prigione. Nel 1985 dopo una storia con una ragazza di Pagani nasce il suo primo figlio. In questo momento Vasco scompare c’è chi dice per esaurimento.

Il Blasco

Nel 1987 il ritorno e da lì la salita al successo. Si è sempre definito un provocatore. Ha pubblicato in tutta la carriera 30 album di cui 17 in studio, 9 dal vivo e 4 raccolte ufficiali. 150 canzoni al suo attivo e tanti altri testi e musiche per artisti colleghi. Quest’anno al Modena park ha ottenuto il record mondiale di spettatori paganti in un singolo concerto. Negli anni ottanta ricevette numerose critiche dai mass media per la sua vita fuori dagli schemi. Tour frenetici, alcol, droghe e sesso erano la base della sua vita. Questo non ha fermato il cantautore ed i suoi concerti sono diventati delle produzioni colossali. La carriera non ha però allontanato Vasco dagli affetti. Molto vicino anche alla sua famiglia ed ai 3 figli avuti da tre compagne diverse. Diventato nonno dal figlio Davide e da Lorenzo. Ancora tante cartucce da sparare e tante cose da raccontare.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.