×

Firenze, riesce a dare l’esame di maturità dopo tre mesi di coma: “Voglio diventare chef e pasticcera”

La storia di Antigona, 20enne di origini albanesi, che è riuscita a dare l'esame di maturità dopo essere stata in coma per tre mesi.

Antigona

Antigona, 20enne di origini albanesi, è riuscita a dare l’esame di maturità dopo essere stata tre mesi in coma. Era stata colpita da un infarto. 

Firenze, riesce a dare l’esame di maturità dopo tre mesi di coma: “Voglio diventare chef e pasticcera”

Antigona ha conseguito la maturità con il voto di 85 su 100 all’Istituto alberghiero Buontalenti di Firenze. La 20enne è uscita da un coma che sembrava irreversibile, durato ben tre mesi. Il 28 aprile scorso la ragazza, durante una lezione di educazione motoria, è stata colta da un malore e si è gettata tra le braccia di un compagno. Lui subito ha pensato ad un gesto d’affetto scherzoso, ma il volto della ragazza è diventato subito cianotico, perché stava avendo un infarto.

Il professor Francesco Trapani, vice preside della scuola, le ha fatto un massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca fino all’arrivo del 118. La 20enne ha ripreso a respirare, ma ha avuto un secondo attacco cardiaco sull’ambulanza. È stata subito operata e la situazione sembrava essere migliorata, fino al terzo infarto, che la porta ad un coma che sembrava irreversibile.

Antigona ha dato l’esame di maturità dopo il coma

Il 20 giugno si è riunita la commissione per l’esame di maturità che Antigona avrebbe dovuto sostenere. Il presidente, professor Sergio Berardi, ha pensato di conferirle un riconoscimento simbolico, ma poi ha cambiato idea nella speranza che la situazione potesse cambiare. Ha deciso di istituire una sessione straordinaria per settembre. Nulla faceva pensare che la studentessa potesse riprendersi, fino al primo agosto quando, come raccontato dalla preside Cellai, la 20enne si è risvegliata, con una ripresa cognitiva incredibile, tanto da spingerla a chiedere di sostenere l’esame.

Antigona non era in grado di scrivere, così ha dettato il tema alla sua insegnante d’italiano, la professoressa Niccolai: la traccia riguardava il web e un decalogo di parole ostili emanato per segnalarne i pericoli. Antigona lo ha sviluppato affrontando il tema del bullismo, raccontando anche episodi subiti in prima persona e quelli di cui è stata vittima una sua amica. Per l’orale, che invece abbiamo svolto in video conferenza, ci siamo concentrati sulla passione della ragazza per la pasticceria” ha dichiarato il presidente di commissione. “Volevo a tutti i costi fare l’esame, ci sono riuscita. Una volta che avrò finito la riabilitazione voglio fare la chef, e se possibile la pasticciera” ha dichiarato la ragazza. 

Contents.media
Ultima ora