Il casale fortificato di Balsignano - Notizie.it
Il casale fortificato di Balsignano
Viaggi

Il casale fortificato di Balsignano

La chiesa vista da di fronte. Non è rimasto granchè, ma si può intuire la bellezza dell'edificio.

Vale davvero la pena fare un salto a Balsignano, se sarà riaperto. Il castello abbandonato è uno dei luoghi più affascinanti in Puglia.

Se vi trovate in Puglia, provate a prendere la strada che porta da Modugno a Bitritto. Dopo qualche chilometro, troverete sulla vostra destra delle fortificazioni e delle mura, magari con qualche cartello di divieto di accesso e delle impalcature. Benvenuti a Balsignano.

Balsignano

Balsignano è un paese antico. La prima testimonianza storica che abbiamo della sua esistenza è del 962 (no, non ho dimenticato un 1). Una pergamena conservata nella basilica di S. Nicola di Bari, che ci informa di un paesino nato come base fortificata per controllare le vie di comunicazione. Colpito da scorrerie dei saraceni in diverse occasioni, il casale è stato al centro di parecchi mutamenti nel corso del Medioevo.

Distrutto nel 988 per la prima volta, fu velocemente ricostruito e donato dai normanni all’abbazia benedettina di S. Lorenzo di Aversa.

La storia del casale continua a intrecciarsi con le vicende politiche e belliche locali, tra cui spicca la guerra di successione angioina del Trecento, la guerra che vide combattersi tutti i pretendenti al trono di Roberto d’Angiò sul Regno di Napoli.

Balsignano

La chiesa di San Felice, che si trova all’interno del complesso, è una delle più antiche della Puglia. Risalente al dodicesimo secolo, insieme al castello, formano uno dei posti abbandonati più affascinanti che abbiamo visto finora. Per fortuna, i restauri sembra stiano procedendo spediti.

1 / 4
1 / 4
Come si può vedere, a differenza dei molti posti abbandonati di cui parliamo, qui lo stato si sta interessando a recuperare le rovine.
I resti della chiesa.
La chiesa vista da di fronte. Non è rimasto granchè, ma si può intuire la bellezza dell'edificio.
Un particolare della cupola, gioiello architettonico dell'epoca.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche