×

Incidente a Fara Gera D’Adda, ipotesi omicidio volontario: arrestato il marito di Romina Vento

Potrebbe essere stato Carlo Fumagalli ad aver ucciso la 44enne Romina Vento. Questa l'accusa della quale dovrà rispondere l'uomo che stato arrestato.

Incidente Fara Gera D'Adda

Potrebbero esserci dei risvolti drammatici sull’incidente avvenuto a Fara Gera D’Adda. l marito della 44enne Romina Vento Carlo Fumagalli è stato arrestato. L’uomo dell’età di 49 anni sarebbe ritenuto responsabile della morte della compagna. Sarà chiamato a rispondere dell’accusa di omicidio volontario aggravato.

La coppia aveva due figli rispettivamente di 10 e 15 anni. Entrambi, al momento della tragedia, si trovavano in casa.

Incidente a Fara Gera D’Adda: arrestato Carlo Fumagalli

Stando a quanto riporta la testata Prima Treviglio, l’allarme per ciò che era successo è stato dato da un gruppo di giovani intorno alle ore 21.45 di martedì 19 aprile. Questi ultimi avrebbero visto l’auto sulla quale viaggiava la coppia uscire di strada e finire nel fiume.

Fumagalli – hanno raccontato ancora i giovani – si sarebbe poi gettato nell’Adda. Da lì avrebbe raggiunto a nuoto la riva per mettersi in salvo.

L’uomo è stato ritrovato dai militari dell’Arma circa tre ore più tardi a Vaprio D’Adda non molto distante dalla ditta tessile presso la quale lavorava da diversi anni. Dopo essere stato interrogato tutta la notte è stato infine arrestato nella mattinata di mercoledì 20 aprile.

Incidente a Fara Gera D’Adda, le cause

C’è di più. I testimoni avrebbero udito l’uomo urlare “Mio figlio, mio figlio!”, dettaglio questo che aveva fatto inizialmente pensare che tra le persone coinvolte ci fosse anche il figlio della coppia. Fortunatamente non è stato così: Il piccolo dell’età di 10 dieci anni si trovava con la sorella maggiore quindicenne.

Sarebbero diversi ad ogni modo gli elementi che necessiterebbero di ulteriori chiarimenti.

Pare che tra i due ci fosse crisi e che la donna avesse intenzione di lasciare il compagno. Altro punto altrettanto importante è se Fumagalli possa aver premeditato la morte della moglie o si sia trattato di un gesto improvviso. Stando a quanto si legge da Tgcom24, l’uomo sapeva nuotare in quelle acque dell’Adda tanto da averci portato in passato anche i figli. Riguardo infine alla donna, primi rilievi riportano che la causa possa essere stata l’annegamento. In ogni caso per avere un quadro più chiaro della vicenda sarà necessario attendere l’esito dell’autopsia disposto dalla Procura di Bergamo.

Contents.media
Ultima ora