> > Juventus, Ferrero e Scanavino si presentano: "Meritiamo rispetto"

Juventus, Ferrero e Scanavino si presentano: "Meritiamo rispetto"

juventus-ferrero-e-scanavino-si-presentan-meritiamo-rispetto

Gianluca Ferrero e Maurizio Scanavino, si presentano durante l'assemblea degli azionisti della Juventus.

Il nuovo presidente della Juventus, Gianluca Ferrero, e l’Amministratore delegato, Maurizio Scanavino si sono presentati alla stampa e al popolo bianconero, durante l’assemblea degli azionisti, parlando delle loro ambizioni e dell’importanza dell’incarico che svolgeranno.

Juventus, Ferrero e Scanavino si presentano

Indossare la maglia bianconera, ma anche dirigerla, è una grande responsabilità vista la storia del club e le ambizioni nazionali ed europee. Gianluca Ferrero, però, non è spaventato dal compito che gli è stato affidato ed è stato chiaro:

“Ho assunto questa responsabilità per dare il massimo, assieme al CdA lavoreremo per un futuro che sia pari al passato glorioso“.

Così si è presentato alla stampa e ai tifosi juventini Gianluca Ferrero. Poi alcune parole per parlare di Andrea Agnelli e dei suoi predecessori:

“Un pensiero di ringraziamento va a tutti i presidenti che mi hanno preceduto, con alcuni di loro ho passato dei pezzi della mia vita. E in particolare Andrea Agnelli, che mi ha regalato una maglia che ho qui con me: spero di essere all’altezza e di onorarla al meglio“.

Ferrero: “Meritiamo rispetto”

Non sono mancate, nel suo discorso, parole in riferimento alle vicende giudiziarie della società.

Ferrero ha infatti dichiarato:

“Nelle prossime settimane ci aspettano delle sfide, riteniamo di avere esperienza e competenza per difendere la nostra squadra in tutte le sedie competenti, che sia penale o sportiva o civile. Lo faremo con determinazione e rigore, ma anche pacatezza e senza nessuna forma di arroganza”.

Infine ha aggiunto:

“Abbiamo sempre rispettato e sempre rispetteremo tutti quelli che ci giudicano, ma meritiamo rispetto nel discutere sulle motivazioni che ci hanno portato al nostro agire“.