×

La pediatra di Nicole Zacco condannata a due anni per omicidio colposo

Anna Solzi, la pediatra che aveva in cura Nicole Zacco, morta a quattro anni per un'otite degenerata, è stata condannata a due anni per omicidio colposo.

Nicole Zacco: la pediatra condannata per omicidio colposo

Condannata dal gip del tribunale di Brescia a due anni per omicidio colposo la pediatra Anna Solzi. La dottoressa aveva in cura Nicole Zacco, la bambina di quattro anni morta il 5 aprile del 2018 per un’infezione cerebrale causata da un’otite non curata.

La dottoressa, ormai in pensione, aveva scelto il rito abbreviato.

La pediatra di Nicole Zacco condannata a due anni: “Superficiale e poco accorta”

Superficiale e poco accorta. Ha abbattuto pesantemente le probabilità di sopravvivenza della bambina”: questo è ciò che avevano scritto i consulenti medici della Procura di Brescia. L’avvocato della piediatra bresciana aveva invece chiesto l’assoluzione. 

Secondo l’accusa, la pediatra avrebbe omesso di “adottare le terapie e le prescrizioni che il caso avrebbe imposto, secondo le buone pratiche accreditate dalla comunità scientifica, non impedendo così l’aggravamento del processo patologico che ha condotto al decesso della paziente”.

Nella relazione per la Procura le si imputava inoltre “uno sproporzionato ritardo diagnostico e terapeutico, che ha abbattuto pesantemente le probabilità di sopravvivenza della bambina”.

Per gli inquirenti sarebbe bastato prescrivere un semplice antibiotico per impedire che l’otite degenerasse. La pediatra, il 16 marzo del 2018, avrebbe invece confermato una terapia a base di paracetamolo e gocce auricolari, già prescritta un paio di settimane prima dal medico che la stava sostituendo. 

La pediatra di Nicole Zacco condannata a due anni, il padre: “Abbiamo ottenuto almeno un po’ di giustizia”

In udienza erano presenti i genitori di Nicole Zacco, la nonna materna, i nonni paterni e due associazioni come parti civili. “Nessuno mi ridarà indietro mia figlia, ma con questa sentenza otteniamo almeno un po’ di giustizia per quanto è accaduto” ha dichiarato il padre della bambina.

La pediatra di Nicole Zacco condannata a due anni: archiviate le posizioni degli altri medici

Nicole Zacco viveva a Gottolengo, in provincia di Brescia.

La bambina venne ricoverata prima a Manerbio, altro comune del bresciano, e poi trasferita alla Poliambulanza. Fu dimessa da entrambi. Morì infine al Civile nonostante i tentativi di salvarle la vita con una disperata operazione chirurgica.

Nell’inchiesta aperta subito il decesso, erano stati indagati anche gli altri quattordici medici che avevano visitato la piccola Nicole nel suo transito nei diversi ospedali. I successivi approfondimenti avevano però fatto archiviare tutte le posizioni tranne quella della pediatra.

Leggi anche: La Spezia, bimbo di 5 anni cade dalla finestra del secondo piano: è in coma

Leggi anche: Gaspare Ghaleb chi è: l’interrogatorio, l’ex fidanzato di Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise Pipitone

Contents.media
Ultima ora