> > La Svizzera risparmierà sullo streaming, addio tv

La Svizzera risparmierà sullo streaming, addio tv

Cosa sta decidendo la Svizzera sullo streaming

La Svizzera risparmierà sullo streaming, addio tv in banda large perché quella modalità “genera un traffico pari all’80% dei dati trasmessi in Rete”

La Svizzera risparmierà sullo streaming, “addio tv”, almeno nelle forme in cui essa è più gettonata.

Le misure anti crisi che Berna si prepara a proporre riguardano anche i telespettatori. Insomma, non c’è solo l’Italia che deve fare i conti con l’economia di emergenza e a Berna lo sanno bene. 

Entro il 12 dicembre pacchetto rigido

Entro il 12 dicembre dovrà essere sottoposto al vaglio dei diversi Cantoni un pacchetto di misure emergenziali per contenere il consumo di gas e di petrolio. La Svizzera è indipendente per la parte nucleare e per l’elettricità ma per le altre fonti acquista specie da Germania e Italia, come ricorda Il Giorno.

E quali sono i provvedimenti allo studio? Taglio della velocità massima in autostrada a 100 chilometri l’ora, addirittura stop alle auto elettriche, abbassamento della temperatura nelle case a 18° e tetto al riscaldamento per le abitazioni private consentirebbe di risparmiare il 6% delle risorse energetiche. 

La Svizzera risparmierà sullo streaming

Ma non è finita, e la tv? Ecco, ci sono altri provvedimenti in itinere fra cui “ll’invito a non fare il bucato riscaldando l’acqua oltre i 40° ed a a rinunciare a Netflix e a tutti i programmi in streaming”.

Perchè? Perché secondo gli esperti vedere film e serie tv con la banda larga “genera un traffico pari all’80% dei dati trasmessi in Rete”.