> > Larry Flynt, taglia su Donald Trump: "10 milioni per farlo cadere"

Larry Flynt, taglia su Donald Trump: "10 milioni per farlo cadere"

larry flynt

Larry Flynt: "Donald Trump deve cadere". L'editore di uno dei giornali erotici più famosi al mondo offrirà una taglia di 10 milioni di dollari in contanti.

Larry Flynt: “Donald Trump deve cadere”.

L’editore di uno dei giornali erotici più famosi al mondo, ha comprato una pagina intera del giornale Washington Post per comunicare a tutto il popolo americano la sua decisione. Offrirà una taglia di 10 milioni di dollari in contanti a chiunque invierà delle informazioni utili affinchè il presidente possa essere cacciato dalla sua posizione attuale. Gli americani vogliono cacciare il loro presidente e lo stanno dimostrando in svariati modi.

Si pensi soltanto alle recentissime accuse di molestie sessuali che stanno mettendo a dura prova l’integrità del presidente USA.

La pagina di giornale

Larry Flynt: “Donald Trump deve essere cacciato”. Questo è il messaggio che ha mandato l’editore di uno dei giornali più popolari al mondo. Il messaggio è rivolto a tutto il popolo degli Stati Uniti. Larry Flynt ha deciso di comprare una pagina intera del giornale Washington Post per offrire una taglia di 10 milioni di dollari.

I soldi andranno a chi riuscirà a dare delle informazioni utili per cacciare il presidente USA. Tanti dei cittadini americani vogliono che Trump sene vada e lo dimostrano ogni giorni di più. Secondo Flynt, Trump ha già dato chiari segni di incapacità a governare. Nei nove mesi che ha trascorso come presidente degli Stati Uniti ha dato prova della sua grave pericolosità e per questo Flynt vuole farlo cacciare. L’editore della rivista “Hustler” sta cercando disperatamente delle informazioni che possano avviare una procedura di impeachment così da riuscire a cacciare Trump.

Ovviamente, insieme a questa ingente somma di denaro, Flynt non si dimentica di citare le recentissime accuse di molestie sessuali che Trump sta ricevendo in questi ultimi giorni.

Le accuse

Fu proprio Flynt nel 2016 ad offrire, ancora una volta, una bella somma di denaro a chiunque fosse riuscito ad inviare registrazioni o altro materiale capace di riprendere Trump intento a svolgere attività a luci rosse. Nel 2016 offrì un milione di dollari a coloro che fossero stati capaci di inviare delle registrazioni video o audio dell’attuale presidente.

Allora il tycoon si era appena candidato per la presidenza alla Casa Bianca. Nello stesso momento fu travolto da numerosissime accuse. Il popolo americano si era accanito contro Trump circa alcune accuse di molestie sessuali che avrebbero subito ben 10 donne.

Chi è Flynt?

Flynt, di età 74 anni, è l’editore della rivista erotica “Hustler”. Il giornale è popolare almeno quanto Playboy e Penthouse. Flynt si ritiene un grande sostenitore e finanziatore dei democratici. Ma soprattutto non è un novellino per quanto riguarda iniziative piuttosto clamorose. Nel 1998 difese Bill Clinton che in quel periodo stava vivendo lo scandalo di Monica Lewinsky. Nel 2011 appoggiò anche Anthony Weiner cioè il marito dell’assistente personale di Hillary Clinton. Egli fu costretto a dimettersi dal Congresso a causa di alcune foto “hard”. Oggi invece muove tutte queste accuse nei confronti di Trump. Flynt è mosso dalla convinzione che l’attuale presidente abbia raccontato molte bugie. Sopratutto fa una riflessione sulla grande incapacità di Trump di gestire gli affari internazionali, in particolar modo le sue scelte circa la Corea del Nord. Insomma, è in corso una vera e propria guerra. Una guerra che si sta combattendo a colpi di gionale. Sta mettendo alla dura prova l’integrità del presidente americano.