×

Caso Weinstein, le parole di Brad Pitt sulle molestie a Gwyneth Paltrow

Scandalo dello molestie
Gwyneth Paltrow, Harvey Weinstein e Brad Pitt.

Le dichiarazioni di Brad Pitt

Il produttore e l'attore

Brad Pitt interviene sulle accuse mosse da alcune star di Hollywood e non solo, all’ormai ex produttore Harvey Weinstein, di aver abusato di loro e di averne propriamente stuprate alcune – questa particolare accusa viene dalla nostra Asia Argento –. La prima a parlarne, al New York Times, è stata l’ex fidanzata storica di Pitt, Gwyneth Paltrow, che all’epoca gli aveva rivelato di aver ricevuto delle pesantissime avances da Weinstein, mentre stava girando il film “Emma” – trasposizione cinematografica del romanzo di Jane Austen –, del quale era protagonista. Era il 1996 e lei aveva 24 anni – ne ha compiuti 45 il 27 settembre scorso –. A confermarlo è lo stesso attore, reduce dalla drammatica separazione da Angelina Jolie, la quale ha dichiarato a sua volta di aver subito avances dal potente uomo di spettacolo.

Brad Pitt ha riferito al “Daily Mail” che, dopo aver ricevuto le confidenze e lo sfogo di Gwyneth, aveva affrontato Weinstein, intimandogli di lasciare in pace la sua fidanzata.

Fidanzata di uno, molestata dall'altro

Il produttore aveva invitato Gwyneth nella sua suite d’albergo con la scusa motivi professionali, poi però, le aveva messo le mani addosso, cercando di spingerla sul letto e proponendole un “massaggio”. Dopo lo scontro con Brad Pitt, aveva telefonato alla giovane attrice, imponendole di non raccontare a nessun altro ciò che era successo in quella camera. Infatti lei, per paura anche di essere licenziata, finora non aveva mai parlato. Anche gli amici di Pitt George Clooney e Matt Damon si sono espressi contro Weinstein.

Il racconto di Asia Argento

L'ha costretta a praticarli sesso orale

Come abbiamo detto, anche la figlia di Dario Argento ha rivelato di essere stata vittima di Weinstein. L’attrice e regista vincitrice di due David di Donatello, ha riferito al “New Yorker” che il produttore americano, quando lei aveva 21 anni, nel 1997, le aveva proposto di fargli un massaggio nella sua suite in un hotel francese; lei aveva rifiutato e lui l’avrebbe costretta a praticargli sesso orale. Nonostante lei l’avesse pregato di fermarsi, il produttore era andato avanti: “un incubo”, ha detto Asia Argento, le cui dichiarazioni sono state riportate anche da “Mail Online” e da “HuffPost Us”. Tuttavia poi, ha continuato Asia, “lui ha vinto” e i due hanno avuto una relazione per ben cinque anni con rapporti sessuali “consenzienti” anche da parte di lei; ma la ragazza di allora si sentiva “obbligata”, perché temeva che produttore le avrebbe impedito di continuare la sua carriera ancora agli inizi: la donna di oggi se ne pente. Anche lei ha affermato di non aver parlato fino ad ora per paura, ma ha finalmente avuto il coraggio di raccontare che “lui”, Weinstein, “ha fatto male a tante persone in passato”: oggi una trentina di donne lo accusano. La stessa vicenda ha riguardato e riguarda l’attore, comico e cantante Bill Cosby, famoso anche in Italia per la sit-com Anni Ottanta – Novanta “I Robinson”.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche