×

Le buone notizie del monitoraggio Gimbe: non solo i ricoveri, calano anche i decessi

Le buone notizie che arrivano dal monitoraggio settimanale di Gimbe: non solo i ricoveri, calano anche i decessi, in una settimana sono a meno 16,2%

Nino Cartabellotta, presidente di Gimbe

Per la prima volta da moltissimo tempo le buone notizie del monitoraggio Gimbe non riguardano solo i ricoveri ma anche i decessi che calano. Nel monitoraggio settimanale della fondazione guidata da Nino Cartabellotta per la prima volta un parametro cruciale scende, vediamo come.

Dal 9 al 15 febbraio si è registrato un calo del 14,9% dei pazienti ricoverati in area medica e un calo del 18,7% dei ricoveri in terapia intensiva. Attenzione, ecco il gran bel dato aggiuntivo: a diminuire a livello settimanale sono finalmente anche i decessi

Monitoraggio Gimbe, calano i decessi: 2.172 in sette giorni, il 16,2% in meno dall’ultima rilevazione

In che misura? Sono stati 2.172 negli ultimi 7 giorni e di essi 184 sono riferiti a periodi precedenti.

Si tratta di un robusto -16,2% rispetto alla settimana precedente. Poi c’è un dato che proprio positivo non è: ci sono ancora 5,1 milioni di persone vaccinabili ma senza nemmeno una dose. I guariti sono 2 milioni

Sui vaccini non ba benissimo: l’obbligo non fa presa e non incentiva le somministrazioni

E sui vaccini? Sulle nuove somministrazioni Gimbe spiega che “non fa presa la stretta sui lavoratori over 50, a -43,8% negli ultimi 7 giorni”.

Calano anche le vaccinazioni in fascia 5-11 anni (-41,7%). E ancora; l’85,3% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino e l’82,4% ha completato il ciclo vaccinale. La copertura booster è all’85,7% con nette differenze regionali. Alla data del 15 febbraio sono ancora 7,1 milioni le persone che non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino, di cui 2 milioni guarite da meno di 180 giorni e pertanto temporaneamente protette.

Malgrado l’entrata in vigore dell’obbligo vaccinale e dell’obbligo di Green Pass rafforzato sui luoghi di lavoro, tra gli over 50 il numero di nuovi vaccinati è in calo. La quota è a 27.103, il -43,8% rispetto alla settimana precedente. 

La situazione nelle regioni e nelle province e l’eccezione della Sardegna

Calano anche le fasce 12-19 e 20-49. Nella settimana dal 9 al 15 febbraio in tutte le regioni ad eccezione della Sardegna, si rileva una riduzione percentuale dei nuovi casi di Covid-19. Ecco la situazione in due sesempi polarizzati: c’è il -2,3% del Molise, il -47,9% della Valle d’Aosta. Scendono da 70 a 14 le Province con incidenza superiore ai 1.000 casi di Covid-19 per 100.000 abitanti. Ecco quali sono secondo la tabella di Open: Oristano (1.409), Macerata (1.299), Siracusa (1.234), Fermo (1.209), Ascoli Piceno (1.199), Reggio di Calabria (1.176), Bolzano (1.147), Messina (1.115), Lecce (1.108), Cagliari (1.092), Rieti (1.044), Ancona (1.035) e Ragusa (1.001). 

Contents.media
Ultima ora