×

Blue Monday 2019, strategie per superare il giorno più triste

Il terzo lunedì di gennaio cade il Blue Monday, considerato il giorno più triste dell'anno. Ma per evitare di deprimersi bastano pochi accorgimenti.

Blue Monday

A quanto pare il terzo lunedì del mese di gennaio è ritenuto essere il giorno dell’anno più deprimente per le nazioni che si trovano nell’emisfero boreale. Nel 2019 il Blue Monday cade il 21 gennaio è in Occidente si cercano rimedi sul web per cercare di superare al meglio questa triste (almeno così si dice) giornata. Sono tanti i consigli da seguire e le strategie da adottare ma forse per evitare ore di malinconia basta pensare che il 21 gennaio cade anche la Giornata mondiale degli abbracci.

Blue Monday e viaggi

A quanto pare molti cercano di superare il Blue Monday prenotando un viaggio. Stando di dati eDreams, infatti, c’è chi cercherebbe di gettarsi alle spalle il giorno più triste e deprimente dell’anno non solo sognando ma anche organizzando una vacanza.

Il martedì successivo al Blue Monday, infatti, ci sarebbe un picco di prenotazioni. Nel 2018 le città meta di chi ha voluto trascorrere un weekend all’insegna dell’allegria sono state Parigi, Londra e Barcellona seguite da Lisbona e Amsterdam.

Se non si ha la possibilità economica di spostarsi, e quindi si corre anche un maggior rischio di deprimersi, basterà seguire alcuni piccoli accorgimenti per superare senza troppi musi lunghi il Blue Mondey. Il primo, ovviamente, è quello di non farsi influenzare da ricorrenze nate a quanto pare proprio per aiutare le compagnie di viaggio, come ammesso da colui che viene ritenuto il padre del Blue Monday, lo psicologo Cliff Arnall (come spiega Wikipedia).

I consigli della dottoressa

Gli altri consigli li propone invece, come riporta ansa.it, la dottoressa Federica Casale, psicologa e psicoterapeuta di Torino, tra gli esperti di MioDottore.

La strategia vincente per non sentirsi tristi sarebbe quella di iniziare la giornata con un certo relax, con una ricca e gustosa colazione e niente corse per recarsi a scuola o al lavoro.

Se è possibile poi concedersi momenti conviviali con colleghi o amici. Se lo stress comincia a sopraggiungere, invece, sarebbe indicato fare lunghi e profondi respiri, perché questi migliorano la lucidità mentale e calmano dall’ansia. Infine, regalarsi a fine giornata una doccia calda e una cena rilassante, magari in buona compagnia.

Meglio ancora un abbraccio

Da ricordarsi infine però che il Blue Monday coincide anche con la Giornata mondiale degli abbracci. Una calorosa stretta produce infatti ossitocina, l’ormone che combatte lo stress. Un vero toccasana per la salute e per l’umore.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche