Il tuo amore ti ha deluso? A San Valentino dai il suo nome a una blatta
Il tuo amore ti ha deluso? A San Valentino dai il suo nome a una blatta
Lifestyle

Il tuo amore ti ha deluso? A San Valentino dai il suo nome a una blatta

I volontari di un piccolo zoo del Kent, questo San Valentino hanno una singolare proposta: Dai il nome di un tuo ex a una blatta

Chi non ha un ex del quale non ha proprio un ottimo ricordo? Una domanda che i volontari dell’Hemsley Conservation Centre – piccolo zoo e parco natura del Kent, Regno Unito – si devono essere posti quando hanno pensato al progetto “Name a Cockroach”, testualmente “Dai il nome ad una blatta”. Il centro ha infatti deciso di offrire per questo San Valentino la possibilità di dare ad uno scarafaggio il nome di quell’ex fidanzato o fidanzata, vostro o di qualche amico, del quale volete prendervi una piccola vendetta.

La genesi dell’iniziativa

Una iniziativa, spiegano allo zoo, nata per scherzo. E pensata per raccogliere fondi per poter ampliare le strutture e migliorare le condizioni di vita dei molti animali che ospitano. “Sottolineiamo che utilizziamo queste creature per il nostro progetto “Dai il nome ad una blatta” solo per raccogliere fondi”, affermano infatti i volontari. “Abbiamo ritenuto che usare il termine adozione sarebbe stato un filo esagerato”, proseguono, “Anche perchè molto probabilmente nessuno vorrebbe mai adottare un proprio ex”, concludono scherzosamente.

Il certificato direttamente a casa vostra

Insomma, per solo 1 sterlina e mezza sarà possibile ottenere un certificato che potrete regalare oppure tenere per voi.

Nel quale non apparirà il nome del vostro ex preferito, che verrà invece indicato in un messaggio separato. Una scelta, spiegano, tesa a cercare di evitare il venirsi a creare di situazioni imbarazzanti, essendo il certificato pensato per essere esposto.


Tutti i nomi degli ex saranno invece esposti presso la sede dello zoo. Dove – chi dovesse decidere di sottoscrivere l’offerta – potrà andare ogni volta che vorrà prendersi una piccola vendetta.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche