×

Marie Laveau, la misteriosa storia della ‘Regina Woodoo’

Furono decine di migliaia i fedeli che seguirono il nuovo culto proposto da Marie Laveau: un'unione tra cattolicesimo e vudù.

marie laveau 768x480

La storia di Marie Laveau è intrisa di mistero e misticismo, contornata da miti e leggende che ancora oggi continuano a destare tantissimo stupore. Siamo nei primi anni del ‘800 e a New Orleans, negli Stati Uniti d’America, la Lavaeu nasce da un proprietario terriero bianco e da una donna di colore libera di origine creola.

I suoi riti e la sua magia fecero diventare la donna celebre come ‘La Regina Woodoo’. QA farla passare alla storia è stata la sua capacità di unire due culti completamente opposti in uno solo: il cattolicesimo e il vudù di origine africana. A inizio ‘800 la religione cristiana aveva bandito la magia nera ed i riti vudù, i quali stavano prendendo sempre più piega nel mondo cattolico. Non curante di ciò, Marie Laveau riuscì a catturare l’attenzione non solo degli afroamericani presenti a New Orleans, ma anche di numerosissimi bianchi cattolici.

La storia di Marie Laveau

Marie Laveau fu la prima della sua famiglia a nascere libera: la sua bisnonna arrivò negli Stati Uniti dall’Africa occidentale nel 1783 come schiava. Fu proprio grazie alla sua libertà che Marie riuscì ad ottenere grande visibilità: la donna si prodigò in favore delle persone più deboli, come gli schiavi ed i poveri, e cercò di salvare e di lottare per la vita di diversi condannati a morte.

Da sempre fu devota alla Chiesa Cattolica. In particolare, frequentò sempre la Cattedrale di St. Louis, dove ottenne il battesimo e celebrò il suo matrimonio.

A rendere la sua figura ancora più celebre, però, fu la sua visione della religione: ai classici riti cattolici, la Laveau aggiunse anche alcune danze e diversi riti provenienti dal culto vudù. Fu proprio l’unione di questi due culti che la rese famosa come “La Regina del Voodoo, Sua Maestà, La predicatrice dei Voodoo”.

Nonostante furono tantissimi i bianchi che adoravano i suoi riti e le sue cerimonie, il suo culto non fu mai accettato. Complice del rifiuto anche il fortissimo odio razziale presente negli Stati Uniti in quel periodo storico. L’opinione pubblica a più riprese si schierò fortemente contraria ai riti della Laveau definendoli ‘orge ubriache’. La Festa di San Giovanni Battista, celebrata ogni anno il 23 giugno, ospitava annualmente più di 10mila fedeli.

Nato a Varese, classe 95. Ha collaborato con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Fabio Rossi

Nato a Varese, classe 95. Ha collaborato con Notizie.it.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora