×

Collezioni grès porcellanato Refin, gli stili della ceramica che sfida il tempo

Il grès porcellanato è stato uno dei grandi protagonisti di Cersaie 2019: vediamo quale acquistare e come abbinarlo.

-
-

Ormai presente nell’offerta di tutti i principali produttori ceramici, e sempre più apprezzato da progettisti e consumatori, il grès porcellanato è stato uno dei grandi protagonisti di Cersaie 2019. Grazie alla capacità di imitare l’aspetto di altri materiali e alle eccellenti qualità, questa particolare ceramica si presta a moltissime sperimentazioni nell’ambito dell’interior design.

Le eccezionali qualità tecniche del gres porcellanato

Il grès porcellanato ha caratteristiche tecniche ineguagliabili: è resistente a urti, sollecitazioni, attacchi chimici, scalfitture e macchie, altamente igienico ed antigelivo. È anche estremamente versatile, poiché può essere realizzato con molteplici spessori, effetti e finiture, nonché posato in ambienti interni ed esterni.

Proprietà che consentono di utilizzarlo in ogni spazio della casa. Può essere impiegato, sia per la pavimentazione che per i rivestimenti, nell’ambiente zona giorno e in camera da letto.

Ma anche in contesti in cui le piastrelle tendono a sporcarsi di più, come l’ambiente bagno e l’ambiente cucina.

La forza del grès porcellanato non risiede solo nelle sue eccezionali caratteristiche tecniche. In fase di produzione, la ceramica può essere lavorata così da assumere l’aspetto di altri materiali, come legno, marmo, cemento, ardesia, ecc.

Un pavimento in grès porcellanato effetto marmo riproduce la lucentezza e le venature della pietra naturale, ma non presenta gli svantaggi ad essa associati. Il marmo infatti è un materiale molto delicato, si sporca facilmente e richiede una discreta manutenzione.

Lo stesso vale per il grès effetto legno, che reinterpreta la bellezza del parquet nelle sue molteplici forme. Oltre a quelle che ricalcano il classico pavimento in legno con listelli allineati, ci sono piastrelle che riprendono i parquet a spina di pesce, i pavimenti a cassettoni e in legno anticato.

Le collezioni di Ceramiche Refin per arredare con classe ogni ambiente della casa

Come accade per ogni altro elemento d’arredo, l’impatto estetico del grès porcellanato varia a seconda della qualità del prodotto.

Scegliendo piastrelle effetto legno o effetto marmo dall’ottimo profilo qualitativo, la somiglianza è pressoché totale. In questo senso, le piastrelle di Ceramiche Refin (garantite secondo le norme UNI EN 14411 – ISO 13006) rappresentano l’eccellenza.

Lo studio approfondito dei materiali e la costante ricerca tecnica hanno consentito a Ceramiche Refin (parte del Gruppo Concorde, il secondo gruppo ceramico d’Europa) di replicare alla perfezione diversi tipi di legno, marmo, travertino, ardesia, cemento e una vasta gamma di pietre naturali.

Prestigio è la collezione che riproduce il fascino eterno della pietra lapidea, ricalcando colorazioni e venature di pregiati marmi naturali, come quello di Carrara, il marmo di Calacatta e il Nero Marquina. Non mancano le collezioni basate su pavimenti in legno. Chevron riprende i parquet a spina francese, Baita è invece ispirata alle Stube: le stanze rivestite in legno tipiche delle abitazioni alpine.

Nell’offerta trovano spazio anche piastrelle in grès porcellanato effetto resina, effetto metallo, effetto cotto ed effetto vetro.

Contraddistinta da un marcato carattere innovativo, Vetri è la collezione che coniuga il potere emozionale del vetro alle prestazioni del grès.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche