×

Verissimo, Pago parla del rapporto con il padre: “Era un latitante”

Condividi su Facebook

Il cantante Pago ha raccontato ospite di Verissimo il difficile rapporto con il padre latitante, anticipando inoltre la sua partecipazione al Gf Vip.

pago-verissimo-grande-fratello

È un Pago deciso a voltare pagina nella sua vita quello che, ospite a Verissimo nella puntata andata in onda sabato 14 dicembre ha decido di raccontare alcuni momenti chiave della sua vita, come ad esempio il difficile rapporto con il padre latitante. IL cantante sardo ha anche annunciando a sorpresa la sua prossima partecipazione alla quarta edizione del Grande Fratello Vip, in onda dal 7 gennaio 2020.

Verissimo: il rapporto di Pago col padre

Nel corso dell’intervista, Pago racconta inoltre il difficile rapporto avuto con il padre, arrestato quando il cantante aveva soltanto 13 anni: “Mio padre è stato latitante. È dovuto stare un po’ lontano dalla Sardegna perché veniva accusato di ogni cosa. Perfino un avvocato ci consigliò di farlo scappare. Venne da me a Milano e lo tenni nascosto.

È stato un periodo complicato. […] Cercammo anche di farlo trasferire in Costa Rica perché non ne potevamo più, ma aveva talmente voglia di stare a Cagliari che decise pure di morire lì”.

L’ingresso al Grande Fratello Vip

Nel salotto di Silvia Toffanin, Pago rivela in esclusiva la sua partecipazione alla prossima edizione del Grande Fratello Vip, giustificandola con queste parole: “Ne ho veramente bisogno. Entro nella casa pieno di entusiasmo, ancora un po’ ferito, ma in qualche modo le ferite vanno rimarginate e il Grande Fratello ha quel potere”.

A tal proposito Pago racconta anche della sua passata esperienza all’interno del reality Temptation Island, durante la quale si è separato dalla sua compagna (nonché tronista di Uomini e donne) Serena Enardu: “Eravamo in crisi già da un po’ di tempo, ma pensavo che il nostro rapporto stesse nuovamente crescendo, per questo ho accettato di fare Temptation, credevo stessimo andando dalla parte giusta.

Adesso sto riprendendo in mano la mia vita. Ho bisogno di vivere me stesso al massimo”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche