×

Coronavirus, Iva Zanicchi: “Li prenderei a calci in c***”

Iva Zanicchi è furiosa per come alcune persone - a suo avviso - starebbero gestendo la fase 2 dell'emergenza Coronavirus.

ivazanicchimovida
ivazanicchimovida

Iva Zanicchi si è detta furiosa per come alcuni italiani starebbero gestendo la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus, incuranti delle regole e delle norme di buonsenso che – dopo mesi di blocco totale del paese – sarebbero quantomeno necessari per scongiurare una nuova ondata di contagi.

Iva Zanicchi furiosa: le parole

Tra i tanti personaggi famosi e non che si sono espressi a proposito dell’emergenza Coronavirus vi è anche Iva Zanicchi, la quale ha confessato che se incontrasse qualcuno dei “giovani irresponsabili” che questi giorni sono finiti sul giornale per via della loro “movida“, lei saprebbe già cosa fare: “Se mi trovassi di fronte a quei ragazzetti di 15 anni, seduti tutti inseme senza mascherina a bere birra e a fumare, cercherei di svergognarli, li prenderei a calci in c*l0 e li manderei a casa”, ha dichiarato la cantante.

Iva Zanicchi, così come molte altre celebrità italiane, ha espresso la propria preoccupazione per un’eventuale seconda ondata di contagi, nonostante i dati mediamente positivi degli ultimi giorni. Sono molte le città italiane in cui sono stati denunciati episodi di assembramento o di folle attratte nelle principali piazze per i primi locali aperti. “Quello che mi meraviglia è che questi ragazzi per un periodo saranno stati a casa, avranno visto la televisione, avranno ascoltato quanti migliaia di morti ci sono stati, anche tra i medici e gli infermieri.

O no?”, ha dichiarato Iva Zanicchi a tal proposito. Tra i vip attraverso i social, durante il lock down per l’emergenza Coronavirus, in tanti hanno chiesto ai propri fan di restare a casa e di attenersi alle direttive emesse dal governo e dagli organi sanitari.

Contents.media
Ultima ora