×

Super Mario: il 31 marzo descritto come giorno della morte

Super Mario: il 31 marzo è descritto come giorno della morte dello storico idraulico italiano icona dell'azienda giapponese Nintendo.

Super Mario

Il 31 marzo è descritto come il giorno della morte di Super Mario. Parliamo del baffuto idraulico di origine italiana, protagonista di numerosi videogame e icona dell’azienda giapponese Nintendo. Una terribile ipotesi nata sul web, a causa di un fraintendimento riguardante un gioco.

In pratica Nintendo ha deciso di rimuovere a breve (e senza una valida ragione apparente) Super Mario 3D All-Stars, Super Mario Bros.35 e Game & Watch: Super Mario Bros. più il merchandise inerente a Super Mario Bros. 35th Anniversary. In poche parole l’impatto di questa notizia è stato così “violento” che Internet ha tentato di riassumere e semplificare la news affermando che Mario stia per morire.

Super Mario prossimo alla morte?

La notizia (fraintesa) riguardante la morte di Super Mario trova la sua spiegazione nel fatto che a breve saranno rimossi diversi recenti titoli videoludici con protagonista l’eroe del Regno dei funghi. Giochi questi, che hanno avuto negli ultimi mesi un grande successo. Era il 2020 quando sono stati commercializzate le nuove avventure di Mario, ovvero, Super Mario 3D All-Stars, Super Mario Bros.35 e Game & Watch: Super Mario Bros.

Una bizzarra condizione

Questi nuovi videogame per Nintendo Switch hanno celebrato il trentacinquesimo anniversario del personaggio. Quando furono pubblicati, Nintendo però diede una condizione ai clienti: avrebbero dovuto acquistare i titoli messi a disposizione entro la data del 31 marzo 2021, ultimo giorno disponibile, in quanto subito dopo tali giochi sarebbero stati ritirati dal commercio.

Contents.media
Ultima ora