×

Arkansas: cast, trama e recensione del nuovo film su Amazon Prime

Ecco la recensione di Arkansas, nuovo film sul mondo della droga con Liam Hemsworth e John Malkovich nel cast

arkansas 2020recensione 768x404

E’ disponibile su Amazon Prime Video il nuovo film sul mondo della droga dal titolo Arkansas, diretto da Clark Duke, attore dei due capitoli di Kick-Ass e qui per la prima volta dietro la macchina da presa, oltre che essere anche Swin, uno dei protagonisti della pellicola.

La storia racconta delle vite di Swin e Kyle, due spacciatori di basso rango che vengono coinvolti in situazioni più grandi di loro.

Arkansas doveva essere presentato in anteprima mondiale il 15 marzo 2020, ma il festival di South by Southwest è stato annullato a causa del Covid-19, posticipando l’uscita in streaming e on demand.

Il cast di Arkansas

arkansas2020 recensione

Nei ruoli dei due protagonisti abbiamo il regista Clark Duke nei panni di Swin, e il poco conosciuto Liam Hemsworth nel ruolo del collega Kyle.

Liam è il fratello minore della star hollywoodiana Chris Hemsworth, noto per il suo ruolo del dio norreno Thor nei film della Marvel, e per i ruoli muscolari nei film action come Tyler Rake del 2020.

A dare lustro al cast ci pensano i comprimari: su tutti John Malkovic nel ruolo di Bright (il capo di Swin e Kyle) e l’attore di commedie Vince Vaughn nell’insolito ruolo drammatico del boss Frog.

Gli altri attori sono Eden Brolin per Johanna, la fidanzata di Swin, l’attrice afroamericana Vivica A. Fox nel ruolo della spacciatrice Her e Micheal K. Williams in quello del criminale Almond.

La trama del film

arkansas 2020 recensione

Swin e Kyle lavorano per il boss dall’enigmatico nome Frog, diventato una leggenda per il fatto che nessuno sappia quale sia la sua identità.

Frog manda Swin e Kyle a lavorare per Bright, un arcigno e irascibile anziano che copre i traffici di droga con la legalissima attività di manutenzione di un parco naturale nello stato americano dell’Arkansas.

Alla morte di Bright, i piani alti dell’organizzazione incominciano ad indagare, scatenando così un effetto a catena con una lunghissima scia di sangue che coinvolgerà ovviamente i due giovani, l’esperta spacciatrice Her e anche lo stesso Frog.

La recensione di Arkansas

L’esordiente regista Clark Duke fa un buon lavoro dietro la macchina da presa perché, attraverso una messa in scena semplice ma piena di atmosfera, mostra la storia con scene semplici da capire, senza esagerare o mettersi in mostra, a differenza di molti esordienti che vogliono attirare l’attenzione in modo stucchevole.

Nonostante l’interesse che il film susciti, è innegabile come Quentin Tarantino sia il grande modello da cui Duke ha tratto troppa ispirazione, a partire dai personaggi e dalle situazioni che ricalcano film come Jackie Brown, Le iene e soprattutto Pulp Fiction.

Questa scelta rende Arkansas una buona opera prima, anche se derivativa, e il cui valore non può toccare l’eccellenza. In ogni caso, il film è consigliato.

Contents.media
Ultima ora