×

Palm springs: trailer del film in streaming e al cinema

Condividi su Facebook

E' in sala Palm Springs: vivi come se non ci fosse un domani. Per voi il trailer e la recensione del film

Giunge in sala Palm springs, commedia americana diretta da Max Barbakow, regista e sceneggiatore alla sua prima prova importante dopo gli apprezzati corti The Duke e Mi Dulcinea del 2017.

Fermato dal Covid-19 dopo essere presentato al Sundance film festival 2020, il film sarebbe dovuto uscire nelle sale americane il mese stesso per poi arrivare sulla piattaforma di streaming Hulu il 10 luglio, ottenendo il record di essere stato il film più visto della storia della piattaforma.

In Italia, ovviamente, è arrivato solo a fine ottobre.

La trama parla di Nyles e Sarah che scoprono essere prigionieri di un loop temporale che ferma il tempo facendogli rivivere in continuazione la stessa giornata.

Il cast di Palm springs

La protagonista Sarah è interpretata da Cristin Milioti, attrice televisiva in serie come I soprano, Fargo, Black Mirror e soprattutto in How met your mother nel ruolo di Tracy McConnell, oltre che pochi ma importanti film come The wolf of Wall street di Martin Scorsese con Leonardo Di Caprio e Margot Robbie.

Il protagonista maschile, Nyles, è invece Andy Samberg, noto per il personaggio di Jake Peralta in Brooklyn-nine-nine e doppiatore in originale di prodotti mainstream come I Griffin, American Dad e Saturday night live.

A loro supporto abbiamo J. K Simmons, premio oscar nel 2015 per Whiplash di Damiem Chazelle e il volto immortale di J. Jonah Jamenson nella trilogia di Spiderman diretta da Sam Raimi.

Ci sono anche il veterano Peter Gallagher (American Beauty, The Oc, After), Camila Mendes (Riverdale), Tyler Hoechlin (Era mio padre) e Dale Dickey (My name is Earl)

La trama del film

Il 9 novembre Sarah si reca al ricevimento di nozze della sorella e lì incontra lo stravagante Nyles con cui nasce un’attrazione.

Improvvisamente Nyles viene inseguito da un misterioso aggressore e si lancia dentro una grotta sul cui fondo c’è una stranissima luce che risucchia lui e Sarah.

Quella luce è un loop temporale che fa rivivere ai due lo stesso giorno all’infinito, un 9 novembre che si azzera ogni qual volta i due si addormentino.

Dopo un primo periodo di autocommiserazione e bravate goliardiche in una vita senza valore, Sarah e Nyles incominciano a conoscersi e a riflettere sul modo di uscire da quella sospensione del tempo.

Grazie a diverse nozioni di fisica quantistica e una nuova consapevolezza di sé, la coppia potrà ritornare nel mondo reale e vivere il loro amore dal 10 novembre in poi.

La recensione di Palm spring

L’idea di usare in un contesto da commedia scanzonata un elemento fantascientifico come il loop temporale è sicuramente vincente.

I due attori protagonisti (Milioti/Samberg) sono molto affiatati e vederli recitare insieme è un piacere per gli occhi.

Il film ha sicuramente dei punti di forza, ma la sceneggiatura spreca le enormi potenzialità che la situazione del riavvolgere il tempo poteva mostrare.

Nella loro prigionia di un mondo senza valore, dove tutto si riazzera ogni giorno, i due quasi mai valicano qualche tabù morale e per colpa di una sceneggiatura “reazionaria” non si prende nessun rischio, impauriti dal destabilizzare l’ottuso spettatore generalista.

Questo è un peccato perché si sarebbe dovuto osare molto di più e tirare fuori la commedia nera dell’anno, dissacrante e profonda.

Palm spring rimane un film piacevole, quasi dimenticabile, ma nulla più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media