×

Margot Robbie: tutti i film dell’attrice di The Wolf of Wall Street

Condividi su Facebook

Uno sguardo alla carriera di Margot Robbie, l'attrice australiana che ha conquistato Hollywood con The Wolf of Wall street, Tonya e Suicide Squad

Margot Robbie. Fino a sette anni fa se pronunciavi questo nome nessuno sapeva di chi stessi parlando.

Oggi, quindici film dopo, tra grandi successi di botteghino e critica, e una mole di lavoro che la vuole sempre impegnata sui set più ambiti, sappiamo che stiamo parlando di un’attrice in continua ascesa.

In un posto come Hollywood, dove di stelle se ne contano molte, possiamo dire con certezza che quella di Margot è una delle più luminose.

I primi film

Margot Robbie nasce a Dalby, in Australia, il 2 luglio 1990.

I genitori si separano presto. Il padre è proprietario di una fattoria, la madre Serie Kessler è una fisioterapista.

La donna si trasferisce a Gold Coast, dove Margot trascorre la sua infanzia insieme ai suoi due fratelli e una sorella.

Margot passa la maggior parte del suo tempo nell’azienda agricola dei nonni. Allo stesso tempo frequenta una scuola per ragazzi benestanti.

Fan della cultura pop americana, studia i caratteri popolari dall’America fin dall’infanzia, notando e apprezzando le diversità culturali fra i popoli.

All’età di quindici anni, dopo aver visto una ragazza della sua età recitare una scena in televisione, giudicandola non talentuosa, Margot pensa di poter fare di meglio.

Nel 2007 si diploma al Somerset College di Gold Coast e si trasferisce a Melbuorne con l’intenzione di diventare un’attrice.

Robbie viene ingaggiata in un paio di film indipendenti australiani. I direttori casting di I.C.U. sono talmente impressionati dalle sue doti al punto da darle il ruolo principale nel film.

Nel 2008 appare in alcuni spot pubblicitari e nella serie televisiva australiana Elephant Princess. Nel giugno dello stesso anno ottiene il ruolo di Donna Freedman nella soap opera australiana Neighbours.

Due anni più tardi annuncia di voler abbandonare la serie per perseguire la sua carriera ad Hollywood e infatti appena arrivata a Los Angeles ottiene un ruolo nel drama targato ABC Pan Am. La serie viene subito cancellata a causa delle forti critiche, ma il lavoro dell’attrice viene gradito.

Nel maggio del 2012 prende parte al cast di Questione di tempo, la nuova commedia romantica di Richard Curtis, che ottiene recensioni positive e viene distribuita in tutto il mondo nell’autunno dello stesso anno.

The Wolf of Wall Street

Il 2013 è l’anno della svolta. Tutto avviene grazie ad un gesto istintivo e carismatico.

Come moltissime altre ragazze bionde, Margot sta facendo il provino per interpretare Naomi Lapaglia, la seconda moglie di Jordan Belfort (interpretato da Leonardo DiCaprio) in The Wolf of Wall Street del leggendario Martin Scorsese.

La scena prevede che Margot discuta e si arrabbi con DiCaprio. Lo scontro tra i due si fa vivace e ad un certo punto Margot improvvisa tirando un ceffone alla Star di Titanic.

Rimangono tutti sorpresi, DiCaprio in primis. Il gesto incarna perfettamente il carattere del personaggio. Hanno trovato l’attrice ideale per interpretare il ruolo.

Il film si rivela il più grande successo commerciale per il celebre regista di Taxi Driver, ottenendo diverse nominations agli Oscar e con la performance della Robbie apprezzata dalla critica.

Sucidie squad e C’era una volta ad Hollywood

Dopo il clamore suscitato in The Wolf of Wall Street per l’attrice australiana è il momento di far capire a tutti che non è una meteora, e che è persino in grado di fare di più.

Nel 2014 partecipa a Suite francese di Saul Dibb, con Michelle Williams (apprezzata nel film Marylin).

Nel 2015 è protagonista della commedia Focus – Niente è come sembra e riceve una nomination ai BAFTA come migliore stella emergente.

Ottiene anche la parte in Sopravvissuti, film drammatico girato in Nuova Zelanda, ed esce il comedy-drama La grande scommessa, in cui Margot fa un breve cameo interpretando se stessa.

Nel 2016, torna sul grande schermo lavorando nel film Whisky Tango Foxtrot ed è Jane Porter in The Legend of Tarzan accanto ad Alexander Skarsgård (visto nella serie Big Little Lies – Piccole grandi bugie)

L’infaticabile Margot viene scelta per vestire i panni di Harley Quinn, folle amante di Joker, nel blockbuster Suicide Squad. Il film ha più di un problema ma come al solito la sua prova attoriale è convincente.

Nel 2018 con l’interpretazione di Tonya Harding in Tonya riceve la prima candidatura all’Oscar, dando sfoggio di tutto il suo talento e contribuendo al meritato successo di un ottimo film.

Margot Robbie, ormai lanciatissima nello Star Sistem hollywoodiano, è la regina Elisabetta I d’Inghilterra nel biografico Maria Regina di Scozia.

Successivamente entra nel cast di C’era una volta a… Hollywood, il film di Quentin Tarantino incentrato sui fatti di sangue avvenuti a Cielo Drive dove la Robbie interpreta la compianta attrice Sharon Tate. E pare proprio di vedere la Tate sullo schermo. Peccato solo che Tarantino le abbia dedicato poche scene.

A fine 2019 è nuovamente nelle sale con Bombshell – la voce dello scandalo, insieme a Nicole Kidman (The Hours) e Charlize Theron (Monster).

Quest’anno è tornata a interpretare Harley Quinn in Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn e tornerà a rivestire i suoi panni anche nel reboot di Suicide Squad programmato per l’estate 2021, per la regia di James Gunn.

La versatile, giovane e radiosa attrice australiana dà la sensazione di essere un’artista completa e ci vorrebbero più attrici come lei!


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media