×

Cast e recensione di All My Friends Are Dead su Netflix

Recensione dell'horror comedy polacco, All My Friends Are Dead, disponibile in streaming su Netflix, scritto e diretto da Jan Belcl

all my 768x432

Vi sarete accorti che nelle ultime settimane su Netflix sono approdati diversi film scandinavi e dall’Europa centrale.

Bene, uno di questi titoli è il polacco All My Friends Are Dead, scritto e diretto da Jan Belcl.

Il film vuole essere, almeno nelle intenzioni, un horror comedy, demenziale.

All My Friends Are Dead non ha goduto dei favori della critica, e ha lasciato gli abbonati Netflix alquanto interdetti.

Il cast del film

Cast giovane e corale per un film basato su una festa tra ragazzi in uno chalet di montagna:

Michal Meyer è Grzegorz Dabrowski, Adam Woronowicz è Kwasniewski, Julia Wieniawa-Narkiewicz è Anastazja.

Adam Turczyk è Jordan, Nikodem Rozbicki è Pawel, Monika Krzywkowska è Gloria.

Szymon Roszak è Robert, Michal Sikorski è Rafal, Mateusz Wieclawek è Filip.

Yassine Fadel è Jacques, Bartlomiej Firlet è Jezus, Wojciech Lozowski è Dariusz.

Aleksandra Pisula è Oliwia, Paulina Galazka è Jolanta, Magdalena Perlinska è Renata.

Konrad Zygadlo è Daniel, Katarzyna Chojnacka è Angelika, Kamil Piotrowski è Marek.

all my 2

La trama del film

Polonia. Mattina del primo gennaio.

In uno chalet di montagna arrivano l’Ispettore Capo Kwasniewski e il suo giovane collega Dabrowski.

Appena entrati, i due agenti si trovano davanti a una miriade di giovani cadaveri, morti nei modi più diversi:

alcuni corpi sono riversi esanimi sul pavimento, un fattorino è impiccato in bagno con un filo di luci al neon, un ragazzo disteso su un pianoforte…

L’ispettore deve cercare di ricostruire la dinamica dei fatti.

all my friends

La recensione

Sono accanito sostenitore del fatto che al cinema si possa e si debba fare di tutto, senza esclusioni aprioristiche e/o pregiudizi di alcun tipo.

“Basta che funzioni” come direbbe qualcuno… Basta che sia fatto con criterio, con la volontà, l’impegno necessari per ottenere un risultato soddisfacente.

O perlomeno dignitoso, meritevole di essere visto e discusso. Altrimenti nascono i problemi, le difficoltà, i limiti…

Ecco che allora, da un film come All My Friends Are Dead, ci si sente davvero presi in giro.

È così penoso, in ogni suo aspetto, da gettare nello sconforto, per non dire altro.

Potrei restarci male nei confronti di un cinema “integerrimo” e rispettabile come quello Polacco…

La verità è che, come dice quel detto tutto il mondo è paese, e quello che puzza a Roma, ha lo stesso odore a Varsavia o Bangkok.

Specie se parliamo di cinema, di arte, di ciò che nel bene e nel male, parla un linguaggio universale.

Di solito mi piace consigliare dei film da vedere, per una volta sono costretto a fare il contrario:

non vedete All My Friends Are Dead. Non ne vale la pena, perdereste solo del tempo, e ne uscireste depressi.

Meglio portare a spasso il cane o fare le parole crociate.

Contents.media
Ultima ora