Luoghi puzzolenti del mondo: i viaggi alternativi
Luoghi puzzolenti del mondo: i viaggi alternativi
Viaggi

Luoghi puzzolenti del mondo: i viaggi alternativi

Città dello Zolfo
Rotorua, in Nuova Zelanda

Dieci luoghi indicati come “i più puzzolenti del mondo”, dalla pur sempre magica Venezia a una località ricca di zolfo in Nuova Zelanda, passando per il Sudafrica, l’India e la Thailandia.

Vi siete mai chiesti quali siano i luoghi “più puzzolenti al mondo”? Eccoli qui, consigliati come mete di viaggio a chi ovviamente non è dotato di un olfatto ipersensibile.

Rotorua (Nuova Zelanda)

Difficile pensare a qualcosa che sia più puzzolente dello zolfo. Questo metallo si trova in grandissima quantità nella città di Rotorua, in Nuova Zelanda, chiamata Città dello Zolfo e appunto considerata uno dei luoghi più puzzolenti al mondo. Si trova in cima ad un sito geotermico ed è caratterizzata da piscine calde naturali dalle quali esala un pessimo, riconoscibilissimo odore simile a quello delle uova marce.

Seal Island (Sudafrica)

Qui questi animali vengono ad accoppiarsi

Si tratta di un’isola situata a 6 chilometri dalla costa sudafricana, vicino a Città del Capo, capitale legislativa del Paese. La parola “seal” che c’è nel suo nome, significa “foca”, animale che qui viene a riprodursi e a tenere compagnia ai pinguini africani e ai cormorani. Purtroppo a Seal Island c’è anche un odore molto forte di pesce marcio.

Bangkok

Cattivi odori

Sicuramente più famosa è la città di Bangkok, capitale della Thailandia.

Essa è imperniata dal forte odore del durian, il “re dei frutti”, alcune specie del quale possiamo affermare senza giri di parole che puzzino.

Mumbai

In India

L’India è nota per le sue strade ricche di colori, profumi e odori. In particolare, a Mumbai, si mescolano odori come quelli di spezie, gas di scarico – a causa dell’intenso traffico –, acque stagnanti, verdure marce e talvolta quello dei corpi umani nel caldo.

Los Angeles

Cattivi odori

Anche la mitica Los Angeles è caratterizzata da cattivi odori, tra cui quello dei gas delle auto, dello smog e dell’immondizia che vi si trova. Tale sgradevole situazione si verifica soprattutto in estate.

Venezia

Sporcizia a Venezia

Purtroppo anche la romanticissima Venezia non è esattamente “profumata”, nei periodi caldi e di siccità: ciò a causa dell’acqua stagnante. Tutto questo ovviamente non impedisce a milioni di turisti di visitarla ogni anno, incuranti anche della frequente acqua alta.

Edimburgo

E' frequente la puzza di birra

Anche la capitale scozzese deve fare i conti con la puzza, questa volta a causa delle numerose fabbriche di birra e distillerie.

Ciò ha portato negli ultimi anni a creare una torre di controllo per monitorare il livello di lievito e di malto che impregnano l’aria.

Laguna Colorada (Bolivia)

Colori e odori

In questa suggestiva zona si trova un vulcano che emana un odore di zolfo molto forte. Tuttavia rimane molto frequentata, sia dai turisti – con le “dovute” caratteristiche per l’olfatto – sia dai fenicotteri.

Città del Messico

Caos

La capitale del Messico è caratterizzata dalla puzza che emana il sistema fognario, soprattutto in caso di inondazioni. Quando esse avvengono, intervengono sommozzatori di fognatura incaricati di effettuare lavori di riparazione e di disostruzione.

Fès (Marocco)

Colori e ruderi

Infine nella città imperiale marocchina vi sono numerose vasche che contengono i colori per tingere le pelli di animali, ma anche escrementi di piccione, che hanno ovviamente un cattivo odore. Ciò non toglie nulla al fascino medievale di Fès.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche