M5s, Di Maio candidato premier: 'Noi unico argine agli estremismi in Ue'
M5s, Di Maio candidato premier: ‘Noi unico argine agli estremismi in Ue’
News

M5s, Di Maio candidato premier: ‘Noi unico argine agli estremismi in Ue’

di maio

Di Maio ha fatto visita al Tag - Talent Garden di Milano e ha parlato di: start up, Europa e un possibile futuro governo M5S

Luigi Di Maio, Vicepresidente della Camera e candidato premier del Movimento 5 Stelle, ha trascorso oltre due ore in visita al “Tag – Talent Garden” di Milano. Non volendo approfondire la discussione interna ai Cinque Stelle, per cui la carica di capo del partito non combacerebbe con quella di candidato alla Presidenza del Consiglio, si è invece espresso a riguardo delle elezioni in Germania e del futuro dell’Ue.

Di Maio fa la sua prima uscita pubblica come capo dei Cinque Stelle

Luigi Di Maio è stato ufficialmente eletto a capo del Movimento 5 Stelle, ma non tutti i membri del partito considerano la carica abbastanza degna affinché Di Maio possa essere ufficialmente candidato come candidato premier. La controversia a riguardo è stata portata avanti da Roberto Fico, ma Di Maio non si è ancora voluto esprimere a riguardo.

Il Vicepresidente della Camera, nel mentre, è andato in visita al “Tag – Talent Garden” di Milano, una piattaforma dove “i professionisti del digitale, della tecnologia e della creatività lavorando, apprendono e si connettono” in spazi di co-working.

La scelta di Di Maio è stata prettamente politica, dato che lo stesso Vicepresidente ha dichiarato: “Vogliamo fare dell’Italia un paese all’avanguardia, che premi il talento. Anche perché nel 2025 metà del lavoro giovanile sarà di natura creativa”.

Si è, quindi, posto a difesa delle start-up, dichiarando che anche il voto elettronico che lo ha eletto candidato premier è stato svolto sulla piattaforma “Rousseau”, che “è una start up anche quella, lanciata subito dopo la morte di Gianroberto Casaleggio”. Nonostante l’alto numero di voti ottenuti (31 mila), Di Maio ha comunque voluto ricordare ai lavoratori con cui è andato a colloquio durante la visita che, alla fine, saranno i voti delle urne quelli che conteranno.

Luigi Di Maio parla del governo 5 stelle e dell’Europa

Il Vicepresidente della Camera, nonché candidato premier per i Cinque Stelle, si è poi mostrato alquanto sicuro su un possibile futuro governo del Movimento e ha dichiarato: “Noi non faremo l’errore di andare al governo senza aver già scelto una squadra coesa“.

Ha poi continuato esprimendo la sua opinione sull’attuale situazione europea.

A chi gli ha chiesto che cosa pensa del voto elettorale tedesco, Di Maio ha risposto: “Noi siamo l’unico argine a quelli che sono gli estremismi in Europa, fermo restando che poi il voto mostra anche che i partiti tradizionali sono in declino“. Sembra, quindi, che il Vicepresidente della Camera abbia tutte le intenzioni di conquistarsi il suo posto all’interno del Consiglio dei Ministri come Presidente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche