Maltempo in Toscana: dichiarato lo stato d'emergenza
Maltempo in Toscana: dichiarato lo stato d’emergenza
Cronaca

Maltempo in Toscana: dichiarato lo stato d’emergenza

Allerta maltempo

Il governatore della Toscana Enrico Rossi ha dichiarato lo stato d'emergenza per alcune province della regione e per la città di Firenze.

I gravissimi danni causati dal maltempo hanno portato alla formalizzazione dello stato d’emergenza di alcune province della Toscana. Ad essere interessate dallo status sono le province di Lucca, Pistoia, Prato, Massa Carrara, Pistoia e per la città di Firenze. L’ondata di maltempo ha colpito gravemente il capoluogo della regione nelle giornate dal 9 al 12 dicembre. Ingenti i danni registrati: frane e smottamenti dovuti alle fortissime precipitazioni hanno causato la sospensione dei servizi pubblici e il mal servizio dei porti. Gravi i danni anche per diverse strutture pubbliche e private.

Maltempo in tutta Italia

La provincia di Lucca è stata teatro dell’esondazione del fiume Serchio. Da qualche giorno sotto stretta osservazione, il fiume aveva destato la preoccupazione degli esperti considerata la forte pioggia nella zona della Garfagnana. Proprio le precipitazioni incessanti hanno innalzato in modo considerevole e brusco il livello dei corsi d’acqua. Fortunatamente, sono stati registrati solo danni materiali e nessun ferito o in situazione di difficoltà.

I disagi hanno colpito tante zone della Toscana, in particolar modo Stazzema. I nubfragi stanno mettendo in ginocchio molte regioni italiane. Tra tutte, l’Emilia Romagna, dove una grave alluvione ha interessato il comune di Brescello.

Toscana, dichiarato lo stato d’emergenza

Le forti precipitazioni hanno creato un blocco diffuso alla circolazione. Isole scollegate dalla regione del centro Italia per il mancato transito in mare dei traghetti in partenza dai porti di Livorno Piombino. Nella mattina del 13 dicembre, intorno alle 5, tutti i collegamenti per l’isola d’Elba sono ripresi regolarmente. La Capitaneria di Portoferraio ha comunicato che sono rimasti fermi l’aliscafo Acapulco e il traghetto che da Piombino conduce a Rio marina. Operativo anche il porto di Livorno, che copre, tra tutte, la rotta per l’isola di Capraia. Disagi anche per i pendolari che abitualmente viaggiano nella linea Siena-Montepescali. Per problemi ai binari, la linea è stata chiusa per qualche tempo e ci sono stati ritardi in arrivo e partenza.

Firenze, la situazione

La provincia di Firenze ha registrato dei notevoli danni in modo particolare a Dicomano.

La protezione civile ha fatto sfollare una decina di persone in via del tutto precauzionale. Sono stati tutti ospitati in strutture comunali fino a quando gli edifici non verranno ritenuti sicuri. I vigili del fuoco di Firenze sono stati chiamati anche nella zona di Firenzuola per un grosso albero pericolante che minacciava di cadere sopra una casa. La provincia di Carrara ha avuto lo stesso tipo di problema con un pino che, cadendo, ha ammaccato tre auto parcheggiate. Ad essere interessata nella caduta anche un’auto della polizia municipale. Il vento è soffiato sull’Appennino pistoiese con raffiche che hanno superato i 230 km orari.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche