Manuela, studentessa di giorno ed escort di notte - Notizie.it
Manuela, studentessa di giorno ed escort di notte
Cronaca

Manuela, studentessa di giorno ed escort di notte

A Manuela (nome inventato per tutelare la privacy), diciannovenne dal fisico mozzafiato che abita in provincia di Rovigo, fare la ragazza immagine in discoteca per arrotondare la paghetta non basta più. Ora il suo obiettivo è riuscire a pagarsi da sola le tasse universitarie e diventare una giornalista. Ha le idee chiare anche su come realizzare questo sogno: studiare durante il giorno e fare la escort (accompagnatrice) di notte. Così facendo, riesce a guadagnare abbastanza da potersi pagare gli studi e togliersi qualche sfizio, come tutte le ragazze della sua età.

“Mi rivolgo ad un target di persone molto elevato dal punto di vista culturale. Mi piacciono gli uomini che sappiano parlare di tutto. Il mio cachet ovviamente varia a seconda di quello che mi viene richiesto. Se un uomo vuole passare con me la serata a cena chiedo 80 euro, se invece mi viene richiesto un impegno fino a dopo la mezzanotte la cifra varia da 120 a 150 euro.

Questo perché il mio tempo è prezioso. Se invece mi viene fatta la proposta di passare la notte assieme la somma aumenta e parte da un minimo di 500 ad un massimo di 800 euro, se si consuma anche un rapporto fisico. Per un fine settimana arrivo a chiedere 1.500 euro”.

La ragazza non ha messo al corrente la famiglia della sua attività “collaterale”: “Loro sanno che faccio la modella e basta” dice. Per quanto riguarda l’amore, Manuela dichiara di essere felicemente single. “In un uomo cerco la maturità, per questo i miei coetanei non mi piacciono, anche se belli fisicamente”, conclude la bella studentessa/escort di Rovigo.

3 Commenti su Manuela, studentessa di giorno ed escort di notte

  1. Per "arrotondare" si va a fare la cameriera o simile…Usiamo la definizione in maniera propria,
    se invece ci si vuole arricchire facilmente, allora ha scelto la strada giusta.

  2. Beh…mi sa che ha sbagliato i conti… perchè se è il cliente a decidere e non lei le tasse universitarie c'entrano proprio poco. Con 1500 euro a notte… si paga anche quella della terza età!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche