×

No vax si vaccina: “Non ho cambiato idea, ma non posso più permettermi i tamponi”

Non poteva più permettersi di pagare i tamponi, così una donna no-vax ha deciso di vaccinarsi: "Ma non ho cambiato idea"

vaccino

Tra i tanti no-vax convinti, c’è qualcuno che sta “cedendo” al vaccino per una questione economica. Il caso di Marina, 57enne di Venezia che non poteva più permettersi di pagarsi i tamponi e ha deciso di vaccinarsi.

No vax decide di vaccinarsi

“Mi hanno costretto, fosse dipeso da me il vaccino non me lo sarei mai fatto, ma non potevo continuare a fare tamponi ogni due giorni”. Così Marina Amico, 57enne, ha spiegato al Corriere del Veneto di aver deciso di vaccinarsi. “Finché ho potuto mi sono fatta i tamponi ogni due giorni per andare a lavoro ma alla fine mi sono vaccinata”, spiega. La donna, che lavora come collaboratrice scolastica al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, ha più volte chiesto di essere esentata dalla vaccinazione per problemi di salute.

Ma alla fine ha “ceduto” al vaccino anti-Covid.

No vax si vaccina: “Non ho cambiato idea”

La 57enne veneta, convinta no-vax, ci tiene a ribadire che è convinta delle sue scelte, ma non poteva più permettersi economicamente il costo dei tamponi. “Non ho cambiato idea, non riuscivo più a sostenere i costi dei tamponi -spiega la donna-. Sono stata costretta a vaccinarmi. Le scuole, per noi lavoratori, hanno aperto a settembre e per quasi due mesi mi sono recata ogni due giorni a fare i test ma non continuare” racconta.

Le spese che ha affrontato Marina per i tamponi erano diventate insostenibili: “Quasi 180 euro al mese. Io vivo da sola: o pagavo le bollette o mi facevo i tamponi” spiega.

La 57enne no-vax: “Ho più paura del vaccino che del Covid”

La donna, convinta no-vax, spiega le ragioni della sua scelta: “In passato ho avuto dei problemi di salute tali che, secondo me, dovevo essere esentata dalla vaccinazione”.

Nonostante i medici, però, dicessero il contrario: “Ma io non volevo, è un vaccino sperimentale di cui non si conoscono gli effetti a lungo termine -continua la donna-. Ci sono state reazioni gravi e alcune persone sono anche morte”. La 57enne ora che ha ricevuto il siero anti-covid rimane comunque convinta no-vax: “Ho più paura del vaccino che del Covid“.

Contents.media
Ultima ora