×

Nocera in lutto: morta la piccola Giusy per un brutto male incurabile

La città di Nocera Inferiore è in lutto per la scomparsa della piccola Giusy, morta per un brutto male che combatteva da anni.

giusy 768x512

Il quartiere di Grotti, provincia di Nocera Inferiore, è in lutto per la scomparsa della piccola Giusy, morta a soli 7 anni a causa di un brutto male che la affliggeva dal 2018. Il sindaco della città ha chiesto il lutto cittadino per un giorno, con la sopensione delle attività non necessarie e ludiche.

Nocera, morta la piccola Giusy: aveva un male incurabile

La città di Nocera Inferiore (Campania) si è stretta attorno alla famiglia della piccola Giusy, la bambina di 7 anni morta a causa di un brutto male che combatteva dal 2018.

Il quartiere Grotti, situato al confine tra Nocera Inferiore e Superiore, dove viveva la piccola Giusy, si è stretta attorno alla famiglia, profondamente scossa dalla scomparsa della figlia.

Nocera, morta la piccola Giusy: il cordoglio della città

Come detto precedentemente, l’intera città di Nocera Inferiore è in lutto e da giorni mostra la sua vicinanza alla famiglia di Giusy.

Sulla sua pagina Facebook il comitato intercomunale del quartiere Grotti ha scritto: “Il comitato intercomunale di Grotti in segno di cordoglio e rispetto per l’immenso dolore ha richiesto al sindaco della Città di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, il lutto rionale.

E’ stata richiesta, quindi-continua il post- la sospensione di ogni attività ludica e non essenziale per l’intera giornata di oggi.

Confidiamo nei valori e nel rispetto di ogni singolo cittadino del nostro quartiere. L’ intero quartiere si stringe all’ immenso dolore che ha colpito la famiglia del nostro amico Gianluca”. Così conclude il comitato.

Giusy morta a Nocera, il padre: “Era una guerriera”

Ricordiamo che a dare per prima la tragica notizia della scomparsa della piccola Giusy è stata sui suoi social l’agenzia Telenuova, con questo post:

Giusy aveva sette anni.

Se n’è andata lasciando vuoto il cuore di chi l’ha conosciuta ed amata. Dal 2018 combatteva contro un brutto male. Tre anni in cui non si è mai arresa“.

Dopo le prime ore di profondo dolore, il padre della piccola ha così parlato all’agenzia stampa campana: ” La mia Giusy era una guerriera. La battaglia di Giusy continuerà. Sarà la battaglia di tutti contro l’inquinamento, contro una terra malata che crea malattia e morte. Ciao Giusy.

I funerali si sono tenuti nella giornata di venerdì 18 giugno alle ore 16.30, presso la Chiesa Santa Maria degli Angeli.

Contents.media
Ultima ora