×

Orientamento politico: dipende da genetica e prima infanzia

La scelta politica personale dovrebbe avere come base un ideale. Spesso è così, alle volte le motivazioni però sono più banali. Ma le “motivazioni reali” secondo la scienza sono scaturite da una ricerca della New York University e della UCLA, dalla quale è risultato che l’orientamento politico dipende dal modo in cui il cervello elabora le informazioni e gestisce le dissonanze ed i conflitti cognitivi. Il responsabile della ricerca, il professor David Amodio, dà una spiegazione riferita in parte alla genetica e in parte alla prima infanzia quando si sviluppano e si radicano “i meccanismi neuronali per la gestione dei conflitti cognitivi”.

La profondità di questi meccanismi pare spieghi il motivo per cui le persone con orientameno politico diverso siano perennemente in disaccordo, non per la profondità dell’ideologia, ma perché l’uso di meccanismi cerebrali così diversi crea gravi incomprensioni, difficilmente sanabili.

Sulla rivista scientifica Nature Neuroscience il risultato semplifica come i simpatizzanti di sinistra siano più tolleranti verso le ambiguità e i dati contradditori e illogici e i simpatizzanti di destra siano più portati ad eliminare i dati che causano loro fastidio e seccatura.

Nato a Milano, classe 1983 è laureato in Comunicazione Digitale. Collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile e ha scritto per Il Giorno, NewNotizie e Daily Word Italia.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Daniele Orlandi

Nato a Milano, classe 1983 è laureato in Comunicazione Digitale. Collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile e ha scritto per Il Giorno, NewNotizie e Daily Word Italia.

Caricamento...

Leggi anche