Perché a Milano si festeggia il Carnevale Ambrosiano
Perché a Milano si festeggia il Carnevale Ambrosiano
Cultura

Perché a Milano si festeggia il Carnevale Ambrosiano

Perché si festeggia il carnevale ambrosiano
carnevale ambrosiano

Il carnevale a Milano si festeggia un po' più tardi rispetto al resto d'Italia. Scopri il perché.

Perché il carnevale a Milano si festeggia a qualche giorno di distanza rispetto al resto d’Italia? Non tutti ne conoscono il motivo, ma questa tradizione si è ormai radicata e affermata nella cultura, nella storia e nelle usanze milanesi. Forse anche i milanesi stessi sono ignari della storia e del mistero che circonda questa tradizione.

Il Carnevale Ambrosiano

Il Carnevale è tra le feste più antiche e si festeggia allegramente mascherati prima dell’avvento della quaresima. La forma di carnevale che normalmente viene festeggiato in Italia segue il rito romano, ma in alcune città, come Milano e dintorni, il carnevale segue un rito diverso, noto col nome di “Rito ambrosiano“. Secondo questo rito, introdotto dal Vescovo Ambrogio, divenuto santo protettore della città, la quaresima non inizia con il Mercoledì delle Ceneri, precedente la prima domenica di quaresima, ma la domenica successiva, ossia la sesta prima di Pasqua, durante la quale si legge dal Vangelo il passo del digiuno di Gesù nel deserto.

Le differenze col carnevale romano

La differenza principale tra il carnevale celebrato con rito ambrosiano e il carnevale di rito romano è che i festeggiamenti del secondo terminano il sabato successivo al Martedì Grasso.

Si narra che alla base delle origini del carnevale ambrosiano ci sia il pellegrinaggio compiuto dal vescovo Ambrogio in terre lontane, il quale avrebbe chiesto alla popolazione di attendere il suo ritorno prima di festeggiare il carnevale e la quaresima. Il vescovo si attardò a rientrare ma la popolazione decise comunque di attenderlo per dare inizio alle celebrazioni quaresimali, spostando così di qualche giorno anche il carnevale rispetto al rito tradizionale. La forma diffusa a Milano è dovuta quindi al ritardo del suo santo patrono, un tempo vescovo della città: evento entrato nella leggenda e contraddistinto da molte varianti storiche, molte delle quali apparentemente vere.

Le particoralità del rito ambrosiano

Al giorno d’oggi tra i molti festeggiamenti diffusi in tutto il mondo quello ambrosiano si distingue per la particolarità di essere celebrato quando gli altri festeggiamenti sono conclusi. Ogni anno nella città di Milano vengono organizzati vari eventi sempre diversi per trascorre l’unico sabato mascherato, come ad esempio la tradizionale sfilata dei carri.

Quest’anno si potrà assistere a un concerto di violino in maschera, itinerante su una gondola, mentre un allegro corteo percorrerà le strade del quartiere Barona. Per quattro giorni si festeggerà anche la Milano Clown Festival, in ventun luoghi della città, con ben 120 spettacoli a ingresso gratuito.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche