×

Salvini: “In arrivo 10mila assunzioni nelle forze armate”

Alla conferenza stampa sul Def il leader della Lega si mostra entusiasta della manovra. Ottimismo e crescita dal premier Conte e Di Maio.

Manovra Def 10 mila posti in più
Manovra Def 10 mila posti in più

Matteo Salvini annuncia che la spesa pubblica del 2018 porterà “10 mila assunti tra donne e uomini nelle forze dell’ordine”. Nella conferenza stampa sul Def ( documento di programmazione economica) Luigi Di Maio si mostra soddisfatto del piano sul taglio dell’Ires alle imprese. Il premier Giuseppe Conte è molto ottimista sul futuro del Paese e pronostica una disoccupazione calante con l’obiettivo del 7% nei prossimi anni.

10 mila assunzioni e crescita economica

Con la manovra al 2.4% sono stati raggiunti per la Lega di Matteo Salvini tre i “grandi obiettivi” in questa “bella e coraggiosa manovra” così definita dal vicepremier. Secondo il leader della Lega le più grande promessa elettorale mantenuta è “il superamento della legge Fornero che vedrà la possibilità, non l’obbligo, di andare in pensione con alcuni anni di anticipo rispetto a quella vigliacca riforma senza penalizzazione”.
Secondo obiettivo raggiunto: la Flax tax.

Matteo Salvini recita: “Una riforma che qualcuno voleva frenare e che invece permetterà a un milione e mezzo di partite Iva di risparmiare 10mila euro all’anno”.

Crescita economica e occupazione

Secondo il premier Giuseppe Conte questa manovra porterà maggiore occupazione, nella conferenza stampa ha annunciato: “Con queste riforme abbiamo previsto che il tasso di disoccupazione, già sotto il 10%, tenderà ancora a scendere attestandosi attorno all’8% se non al 7%“.

Secondo il premier: “Il Paese in questo modo riparte: rilanciamo la crescita economica, rilanciamo lo sviluppo sociale, una pubblica amministrazione e un fisco amico, misure nel segno della equità e dello sviluppo sociale“. E infine parla di un piano di investimenti pubblici significativi spiegando che questa manovra “poggia su un piano di investimenti pubblici significativi: lavoriamo al riammodernamento di infrastrutture in un dialogo serrato con i concessionari per invogliarli e costringerli a un piano di manutenzione straordinaria e ordinaria“.

Per il ministro del lavoro Luigi Di Maio, la vittoria più grande è sulla riduzione delle imposte alle imprese: “Un abbassamento dell’Ires per le imprese che investono e assumono e più stabile è il contrato più si abbasserà l’Ires“.

E aggiunge: “Pensione di cittadinanza, reddito di cittadinanza, centri per l’impiego e fondo truffati per le banche sono le quattro misure che verranno finanziate nel 2019, 2020 e 2021. Abbassiamo gli obiettivi di deficit, senza penalizzare le misure fondamentali di una legge di bilancio che per la prima volta ripaga il popolo italiano di tante ruberie e tanti sprechi”.


Contatti:

Leggi anche