Boldrini: "Salvini è forte coi deboli, ma sottomesso a Casapound"
Boldrini: “Salvini è sottomesso a Casapound”
Politica

Boldrini: “Salvini è sottomesso a Casapound”

Boldrini: "Salvini è sottomesso a Casapound"

Laura Boldrini  punta il dito contro Matteo Salvini, accusato essere risoluto nei confronti dello sgombero del Baobab, ma non per Casapound.

“Forte coi deboli e sottomesso a Casapound”. Laura Boldrini punta il dito contro il leader della Lega. Il Ministro degli Interni, infatti, sarebbe accusato dall’opposizione di essere stato risoluto nei confronti dello sgombero del Baobab, ma non per quello del palazzo occupato abusivamente da Casapound. Le immagini delle forze dell’ordine che invitano i profughi ad andarsene dal centro di accoglienza Baobab sono diventate in breve virali sui social. Foto che fanno riflettere e che hanno diviso il web.

“Grand Hotel CasaPound”

C’è chi lo chiama “Grand Hotel Casapound”. Loro, i fascisti del terzo millennio, invece, preferiscono definirlo come “L’ambasciata d’Italia nel quartiere multietnico della città”. Cosa c’è di strano? Il palazzo è abitato abusivamente. Secondo quanto ricostruito dal quotidiano l’Espresso, la struttura di proprietà dello Stato è occupata dal dicembre 2003. Non si tratta di un edificio in periferia, lontano da sguardi indiscreti, ma di un palazzo comprendente 60 vani e almeno una ventina di appartamenti, in una delle zone più costose di Roma.

Eppure, riferisce l’Espresso, nessuno ha mai provveduto concretamente allo sgombero, delegando ad altri, in attesa di eventuali provvedimenti. Intanto che si aspetta un’iniziativa da parte dello Stato, resta ignota l’identità e il numero di persone che occupano lo stabile.

La reazione dei social

Gli utenti dei social sono divisi. Chi sostiene a braccia aperte la posizione della Boldrini, nell’accusare Salvini, e chi, in risposta a quanto scritto dall’ex presidente della Camera, liquida il discorso, indicando quelle della Boldrini come “Soltanto parole”. Un utente su Facebook ha anche sottolineato come sia facile prendersela con il Ministro dell’interno del governo gialloverde, ma “Prima di Salvini ci sono stati 180 ministri dell’interno e nessuno li ha cacciati, nemmeno la Boldrini dall’alto del suo seggio”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Burberry Cofanetto Regalo Profumo Burberry Weekend For Men + All Over Shampoo
39.5 €
Compra ora
Andrea Danneo
Andrea Danneo 388 Articoli
Palermitano di nascita, milanese acquisito, ho iniziato a scrivere di Rugby e di Basket sul web. Dopo una bella esperienza in un sito di informazione locale, mi sono laureato in Lettere moderne a Milano e ho concluso la mia formazione alla scuola di Giornalismo dell'Università Cattolica. Lettore di libri incallito, inseguo il sogno di raccontare le piccole e grandi storie, sia in forma scritta, sia in video.