Migranti, accordo Italia-Malta per rivedere regole Ue
Politica

Migranti, accordo Italia-Malta per rivedere regole Ue

italia malta

E' stata firmato un accordo Italia-Malta sulla gestione dei migranti: i ministri chiedono la riforma delle regole Ue.

I ministri degli Esteri di Italia e Malta, Enzo Moavero e Carmelo Abela hanno firmato un accordo riguardo al tema dei migranti. Hanno espresso la volontà di collaborare e la necessità di effettuare una riforma delle regole dell’Unione Europea.

L’accordo tra i ministri

Nella nota congiunta, i due ministri degli esteri hanno confermato la volontà di cooperare in merito a tute le situazioni che riguardano navi con a bordo migranti, il loro ingresso nelle acque territoriali dei due Paesi, l’attracco e lo sbarco nei porti. Tuttavia pensano che sia fondamentale gestire in maniera più adeguata i flussi migratori verso l’Europa. Nel comunicato, è ritenuto necessario uno strutturato meccanismo permanente a livello dell‘Unione Europa, che tocchi l’insieme delle questioni sulle migrazioni. In questo modo ci sarebbe un effettivo governo della questione delle migrazioni. Al momento si continua a procedere singolarmente, caso per caso, e ciò porta notevoli difficoltà politiche e gravissimi disagi.

Tuttavia la riforma del regolamento di Dublino non è sufficiente a rendere più agevole il problema dei migranti. Secondo quanto Enzo Moavero e Carmelo Abela hanno affermato nella nota congiunta, deve essere iniziata una discussione organica, che possa portare i governi degli Stati dell’Unione Europea a confluire verso una politica comune per le migrazioni. Perciò i due ministri hanno fatto la richiesta che questo sia uno dei punti da trattare nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Affari Esteri UE, che si terrà nel mese di luglio.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Francesca Sofia Cocco
Nata a Cagliari nel 2000, si è diplomata al liceo classico con 100 e lode e frequenta l'Università Bocconi di Milano. Nel 2015 ha iniziato a collaborare con l'Unione Sarda, per cui scrive articoli di cronaca, cultura, spettacolo e opinione. Ha partecipato come inviata in sala stampa per Radio Bocconi al Festival della canzone italiana di Sanremo 2019.