×

Migranti, accordo Italia-Malta per rivedere regole Ue

E' stata firmato un accordo Italia-Malta sulla gestione dei migranti: i ministri chiedono la riforma delle regole Ue.

italia malta

I ministri degli Esteri di Italia e Malta, Enzo Moavero e Carmelo Abela hanno firmato un accordo riguardo al tema dei migranti. Hanno espresso la volontà di collaborare e la necessità di effettuare una riforma delle regole dell’Unione Europea.

L’accordo tra i ministri

Nella nota congiunta, i due ministri degli esteri hanno confermato la volontà di cooperare in merito a tute le situazioni che riguardano navi con a bordo migranti, il loro ingresso nelle acque territoriali dei due Paesi, l’attracco e lo sbarco nei porti. Tuttavia pensano che sia fondamentale gestire in maniera più adeguata i flussi migratori verso l’Europa. Nel comunicato, è ritenuto necessario uno strutturato meccanismo permanente a livello dell‘Unione Europa, che tocchi l’insieme delle questioni sulle migrazioni.

In questo modo ci sarebbe un effettivo governo della questione delle migrazioni. Al momento si continua a procedere singolarmente, caso per caso, e ciò porta notevoli difficoltà politiche e gravissimi disagi. Tuttavia la riforma del regolamento di Dublino non è sufficiente a rendere più agevole il problema dei migranti. Secondo quanto Enzo Moavero e Carmelo Abela hanno affermato nella nota congiunta, deve essere iniziata una discussione organica, che possa portare i governi degli Stati dell’Unione Europea a confluire verso una politica comune per le migrazioni. Perciò i due ministri hanno fatto la richiesta che questo sia uno dei punti da trattare nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Affari Esteri UE, che si terrà nel mese di luglio.

Nata a Cagliari, classe 2000, frequenta l'Università Bocconi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per l'Unione Sarda.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Francesca Sofia Cocco

Nata a Cagliari, classe 2000, frequenta l'Università Bocconi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per l'Unione Sarda.

Leggi anche