×

Recovery Fund, il Governo è deciso: “Tagliare le tasse agli italiani”

Condividi su Facebook

Taglio alle tasse per far ripartire l'Italia anche grazie al Recovery Fund: è questo l'obiettivo del Governo Conte.

recovery-fund-tasse-italia
Recovery Fund in Italia, adesso taglio alle tasse.

Taglio alle tasse: il Recovery Fund per l’Italia potrebbe rappresentare una spinta economica senza precedenti. L’emergenza sanitaria da Coronavirus, infatti, avrebbe anche dei risvolti positivi e non solo drammatici: 172 miliardi, di cui la metà a fondo perduto, è una cifra senza precedenti per l’Italia.

E fa bene a esultare il Governo Conte per l’accordo raggiunto con gli altri Paesi membri dell’Unione Europea. Adesso, però, c’è da far ripartire l’Italia. E per farlo bisogna lavorare con attenzione senza commettere errori. Ne è consapevole, per esempio, il titolare della Farnesina, Luigi Di Maio.

“La priorità adesso – dichiara l’esponente del Movimento Cinque Stelle -, se vogliamo affrontare la crisi, è abbassare le tasse. Se sbagliamo come nel 2008 non faremo altro che mettere in crisi altre famiglie. Usiamo i soldi del Recovery Fund per abbassare la pressione fiscale”.

Recovery Fund: taglio alle tasse in Italia?

Se la proposta della Commissione sul Recovery Fund passasse così com’è, l’Italia otterrebbe stanziamenti a fondo perduto per 81,8 miliardi e prestiti per 90,9 miliardi.

E si potrebbe attuare un corposo taglio al cuneo fiscale. Una proposta che Di Maio mette nero su bianco, e che viene accarezzata, anche se non in modo ufficiale anche dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, che definisce quella della Commissione: “Una proposta all’altezza della sfida e della necessità di sostenere il rilancio dell’economia con strumenti e risorse comuni. Un passo avanti storico, ora lavoriamo per adottarla rapidamente”.

Sul Recovery Fund si dice contento anche Silvio Berlusconi che commenta così: “Ora è fondamentale che il governo utilizzi bene questi fondi, per il sistema delle imprese e il mercato del lavoro, superando le lentezze della nostra burocrazia.

Se disperdessimo queste risorse in mille rivoli assistenziali, come è accaduto negli ultimi provvedimenti del governo, andrebbe sprecata una straordinaria opportunità per agganciare la ripresa dell’economia europea”. Per Salvini, invece, nulla di concreto per l’Italia.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.