×

Covid, Zaia: “In Italia serve la zona rossa fino all’Epifania”

Il governatore del Veneto Luca Zaia invoca la zona rossa a Natale per contrastare la diffusione del Covid.

Covid Zaia zona rossa

Il presidente della Regione Veneto, il leghista Luca Zaia, ha deciso di rompere ogni indugio e, nel corso della riunione tra Stato e organi territoriali, ha chiesto al ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia e a quello della Salute Roberto Speranza, di inasprire notevolmente le misure di contenimento durante il periodo delle festività natalizie.

La sensazione che proprio il Natale possa portare ad un incremento dei contagi è molto forte, specie in un territorio come il Veneto che da giorni ha visto salire esponenzialmente il numero di nuovi positivi e purtroppo anche dei morti. Per Zaia serve una zona rossa e ristori alle attività colpite.

Covid, Zaia chiede la zona rossa

“Nel periodo delle festività di Natale servono restrizioni massime – ha detto Zaia – e se non le fa il governo le facciamo noi. La Germania è in lockdown, ha ragionato il governatore, e a gennaio è pronta a ripartire e se non chiudiamo tutto adesso ci ritroveremo a gennaio a ripartire con plateau troppo alto. Servono però ristori certi in parallelo alle chiusure”. Una dichiarazione d’intenti in piena regola che lo stesso presidente del Veneto annuncerà nella conferenza stampa in diretta sulla sua pagina Facebook del 16 dicembre.

Spetta ora anche al governo prendere delle decisioni in tal senso. La maggioranza e, come al solito, divisa sul da farsi. Da un parte i ministri Speranza e Boccia che invocano la via del rigore massimo, prevedendo dunque un lockdown generale proprio nei giorni di festa, dall’altra Conte che vorrebbe evitare quanto più possibile una nuova serrata generale per quello che comporterebbe a livello economico per le imprese.

Contents.media
Ultima ora